Si è spento il poeta Lonardo, l’abbraccio della sua Taurasi

0
477

Grande cordoglio ha suscitato in Irpinia la scomparsa del poesta Antonio Lonardo. Nativo di Taurasi, laureatosiin pedagogia all’Università di Salerno, si era poi trasferito a Modica, dove aveva insegnato materie letterarie presso l’Istituto Archimede. La sua grande passione era la poesia, ben 13 le sillogi pubbliate con le quali aveva ottenuto oltre 100 premi nei vari concorsi organizzati in tutta Italia. Tra i riconoscimenti anche la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica e la medaglia del Presidente del Senato. La sua ultima raccolta “Esperienze”, pubblicata nel 2020, era nata nei terribili mesi del Covid. “Un percorso intimo – si legge nella prefazione – che commuove in un gioco tra ragione ed emozione, un percorso che restituisce centralità ai sentimenti, spesso relegati in fondo al cuore, ma che servono a rigenerare quelle energie che ci portano alla rinascita, alla riscoperta dei valori veri, alla fede, alla fiducia di un domani migliore”.  A caratterizzare i versi di Lonardo anche memorie di volti e luoghi cari; di paesaggi, di giochi per strada tra i vicoli del natio borgo di Taurasi, nella provincia avellinese, “paese nato su roccia resistente e intenso caleidoscopio di mille e più vite”.

Ad esprimere vivo cordoglio l’amministrazione comunale di Taurasi: “Con tristezza apprendiamo della dipartita del prof Antonio Lonardo. Maestro di grande sensibilità ed umanità. Dedito alla cultura e alla poesia da sempre legato alla sua terra di origine. Nei suoi testi non ha mai mancato di esprimere l amore per Taurasi. Noi lo ringraziamo oggi per essere stato quello che è stato e per aver dato lustro a Taurasi. Professore Taurasi non si dimentichara’ di te e realizzeremo comunque quanto concordato con te, ma sempre rimandato a causa delle tue condizioni di salute. La forza del tuo pensiero e delle tue parole saranno le ali che renderanno più lieve il tuo viaggio nella vita eterna”. funerali si terranno lunedì 3 luglio alle 9 presso la Chiesa madre di San Giorgio a Modica. L’abbraccio ai familiari giunga dalla redazione del Corriere dell’Irpinia