Si ferma il reparto verniciatura della IIA, i sindacati: “Poca sicurezza”

I lavoratori hanno incrociato le braccia mentre si attende la convocazione dal Ministero per affrontare la vertenza sul futuro di Industria Italiana Autobus

0
1857

Valle Ufita – Mentre si attende una convocazione dal Mimit per “scoprire le carte” – come dicono le tute blu, unitamente ai sindacati – e capire cosa si nasconde dietro alla possibile, quasi certa, trattativa tra Leonardo, che sta preparando la sua uscita dal pacchetto azionario della fabbrica, e la Seri dei fratelli casertani Civitillo, continua il braccio di ferro tra i metalmeccanici di Industria Italiana Autobus, lo stabilimento di Valle Ufita e la dirigenza.

Mentre ieri, si è discusso di contratto nazionale di lavoro, oggi invece la fabbrica si ferma.

Al reparto verniciatura, infatti, lamentano la poca sicurezza sul posto di lavoro. E i lavoratori, “si sono sentiti in pericolo”, come si legge nel comunicato emanato da Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Failms. Questo avveniva “nonostante le continue segnalazioni”. E, invece, “si è continuato a non rispettare le disposizioni di sicurezza”. Pertanto, il reparto verniciatura si è astenuto dal lavoro e chi lavorava in quel settore non ha raggiunto la postazione lavorativa. Non è la prima volta che accade. Nei mesi scorsi toccò a chi lavorava alla cataforesi.

Giancarlo Vitale