Sinfonie d’autore, viaggio da Ciakovsky a Rossini

0
621
Tre eventi/concerto dedicati al repertorio Sinfonico e all’Orchestra. al Teatro Partenio di Avellino per la stagione 2023. E’ la Rassegna Sinfonie D’Autore, prima edizione, promosso da Zenit 2000, un progetto dedicato al grande pubblico del territorio, città, provincia, regione, con tre concerti dedicati a un repertorio consolidato, con artisti di chiara fama del panorama nazionale.
 
Primo appuntamento sabato 3 giugno alle ore 20,30, con Arcate d’altri tempi e  l’Orchestra da Camera Zenit 2000 impreziosita dalla presenza solistica del violoncello del Maestro Sandro Meo. In programma, oltre al celeberrimo Concerto in Do Maggiore per cello e orchestra di F. J. Haydn, musiche di E. Grieg e P.I. Caikovsky. La direzione è affidata al Maestro Massimo Testa.
 
Secondo e terzo appuntamento in settembre con due Orchestre ospiti di grande spessore e tradizione.
Sabato 16 settembre si presenta “Dentro il barbiere”, selezione semiscenica dell’Opera Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini, con la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, i suoi solisti vocali, affiancata dalla voce recitante di Enzo Viccaro e dalla direzione musicale del Maestro Massimo Testa.
Sabato 30 settembre gran finale con il concerto “Musica in 8mm”, dedicato al grande repertorio di colonne sonore da film. In pedana l’Orchestra Sinfonica Brutia, direzione musicale a cura del Maestro Francesco Perri, direttore artistico della compagine calabrese.
 
La prevendita per biglietti e abbonamenti è già attiva sul sito: https://www.vivaticket.com/it/search?q=partenio 
La biglietteria del Teatro Partenio sarà aperta nei giorni 26, 27, 30 maggio, 1 e 3 giugno dalle ore 17,00 alle ore 20,00. Telefono: 348.4072885
 
La Rassegna è patrocinata dal Ministero della Cultura, Regione Campania, e in collaborazione con il Teatro Partenio, Castelli d’Irpinia, Sistema MED e Per caso sulla piazzetta.
 
Grande soddisfazione del M° Massimo Testa, presidente e direttore artistico dell’Associazione Zenit 2000, per l’iniziativa: “Mancava una rassegna sinfonica in città, questa prima edizione vuole essere anche da auspicio per una continuità di proposta che domani possa coinvolgere anche un’Orchestra istituzionale locale”.