Sponz acQuà!: il programma odierno

0
573

Continua il viaggio di Sponz acQuà!, ottava edizione limitata dello Sponz Fest, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela, che prosegue fino al 30 agosto a Calitri, nei comuni limitrofi dell’Alta Irpinia, della Valle del Sele e verso il mare, dalle sorgenti dell’Ofanto fino alla foce del Sele.

Venerdì 28 agosto si comincia nel pomeriggio, verso le 15, a Villa D’Ayala, a Valva, con Il Giardino Sonoro, un percorso musicale nel parco settecentesco della villa con Victor Herrero in Como agua en el jarro, il Quartetto dell’Accademia Sannita in Mozart e altre musiche di corteGiovannangelo De Gennaro in La ninfa Siringa e Peppe Leone in Il tamburo del re. Lungo il percorso si conversa con Alessandra Viola, autrice di Flower Power. I diritti delle piante. A seguire, Un urlo per i ghiacciai in agonia in collegamento con Carovana delle Alpi di Legambiente sulla morena del ghiacciaio della Marmolada.
In serata, alle 21, ci si sposta poi alle Terme Parco delle Querce, bene sequestrato alla camorra ora in disponibilità al Comune di Contursi, ed è la volta di Symposium Thermarum, serata di musica e trattenimento in forma di festa pagana con il jazz di Jimmy Villotti, lo storico chitarrista immortalato da Paolo Conte in Jimmy Ballando, che presenterà il suo storico repertorio narrando per l’occasione aneddoti sulla sua leggendaria opera rock Giulio Cesare. Insieme a lui, Teo Ciavarella e Andrea Lamacchia.

Chiude la giornata il vinaiolo Luigi Tecce in Acqua e Vino nel simposio greco.

Lo Sponz Fest 2020 – Sponz acQuà è un evento programmato e finanziato dalla Regione Campania, promosso da Scabec – Società Campana Beni Culturali ed è prodotto dall’associazione Sponziamoci, La Cupa e International Music and Arts (IMARTS).

Un’edizione limitata (ogni evento e incontro potrà ospitare un massimo di 200 persone) organizzata nel pieno rispetto delle norme di prevenzione al contagio e in apposite aree progettate per la capienza utile a garantire il corretto distanziamento sociale, che però si espande oltre i confini geografici che racchiudono il festival grazie alle possibilità della rete: sarà infatti possibile sponzarsi a distanza grazie allo streaming di alcuni eventi sulla piattaforma messa a disposizione da Scabec – Società Campana Beni Culturali. Grazie al contributo di Scabec sarà anche prodotto un docu-film sull’esperienza Sponz acQuà 2020.