Stellantis: i sindacati chiedono un incontro a Meloni e Tavares

0
363
I Segretari generali di Fim Fiom Uilm, Roberto Benaglia, Michele De Palma e Rocco Palombella, hanno inviato una richiesta di incontro alla Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ai Ministri Adolfo Urso ed Elvira Calderone e all’Amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, da svolgersi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri “al fine di aprire un tavolo di confronto puntuale sulla situazione degli stabilimenti italiani del gruppo e della rete di fornitura”.
Benaglia, De Palma e Palombella, inoltre, richiedono come sia “necessario definire gli impegni futuri di Stellantis in Italia, il quadro delle missioni industriali per gli stabilimenti italiani, la loro messa in sicurezza sul piano dell’occupazione”.

 

E di certo sul fronte degli stabilimenti italiani non arrivano buone notizie. A conferma delle difficoltà del momento, legate anche alle incertezze legate al passaggio tra i vecchi ed i nuovi incentivi del governo, Stellantis ha comunicato ai sindacati che a marzo lo stabilimento di Mirafiori sarà interessato da un mese di cassa integrazione che riguarderà i 1.251 lavoratori addetti alle linea della 500 Bev (la versione elettrica dell’utilitaria) ed i 1.009 della linea Maserati.