Stellantis, Zaolino (Fismic/Confsal): “Sicurezza e conferma delle prospettive occupazionali”

0
274

Quella che, la Fismic, definisce”la fabbrica più grande ed importante dell’Irpinia”, la Stellantis di Pratola Serra, questa mattina ha aperto le porte al mondo economico, industriale e sociale con la presentazione di un protocollo definito e mirato a migliorare la condizioni dei lavoratori nei posti di lavoro. Ed il segretario generale di quel sindacato, Giuseppe Zaolino, insieme ai delegati della Stellantis, stamane ha fatto il punto della situazione analizzando le prospettive produttive ed occupazionali della fabbrica di Pratola Serra.”Attenzione maniacale alla sicurezza e conferma delle prospettive occupazionali-dice infatti Zaolino-sono le certezze date dalla direzione della ex Fma, con le quali si è voluto rassicurare i 1600 dipendenti e l’Irpinia tutta”.

Il prossimo potrebbe essere l’anno del definitivo rilancio di Stellantis e del superamento definitivo della crisi iniziata quindici anni fa.”È stato prolungato il contratto di solidarietà fino al 31/12/2024-scrive la Fismic-per accompagnare la salita produttiva che ci sarà nel secondo semestre del 2024″. La produzione di motori, l’anno prossimo, si prevede saranno 400 mila: 100 mila in più degli attuali.”La crescita continuerà nei prossimi 2025 e 2026, raggiungendo la cifra record di 630 mila motori-aggiunge ancora Zaolino-. Per il quale”e’ un orgoglio per l’Irpinia sapere che Stellantis ha scelto Pratola Serra come unico stabilimento a livello mondiale per la produzione di motori di ultima generazione(Euro7Evo), per essere alloggiati non solo sui veicoli commerciali ma anche per alcuni modelli del settore auto del gruppo”.