Steve Wynn, alla Cripta del Duomo la storica voce dei Dream Syndicate

0
282

Tutto esaurito alla cripta del Duomo per il concerto dell’artista americano Steve Wynn, una delle figure più rilevanti della scena musicale mondiale degli anni ’80, di scena  questa sera. Con i suoi Dream Syndicate, insieme ad altri gruppi come i REM o i Replacements, Steve Wynn ha di fatto inventato la scena indie rock americana. Cantautore di prima grandezza, Wynn si esibirà in solo, accompagnando la sua voce con la chitarra elettrica, per un indimenticabile viaggio nel rock senza tempo. In 25 anni, Wynn ha pubblicato almeno altrettanti album e ha visto registrare oltre 300 delle sue canzoni. Si è esibito in oltre 2.000 spettacoli in più di 25 Paesi. Le sue canzoni sono state registrate e/o eseguite da REM, Luna, Concrete Blonde, The Black Crowes, Yo La Tengo e Eleventh Dream Day, tra gli altri; il suo “That’s Why I Wear Black” è diventato il singolo n. 1 del 1993 in Norvegia come traccia iniziale dell’album di debutto dei Somebody’s Darling. È apparso in primo piano su Rolling Stone, Mojo, Uncut, Entertainment Weekly, People, The Los Angeles Times, New York Times e innumerevoli altre pubblicazioni in tutto il mondo. O forse è noto per il suo lavoro pionieristico con The Dream Syndicate, una band che, insieme ai REM e ai Replacements, ha praticamente inventato la scena indie rock americana degli anni ’80. Il concerto è promosso dall’associazione culturale Fitz