Stravinsky celebra Caruso, la voce di Napoli nel mondo

0
336

Prosegue con due nuovi interessanti appuntamenti il progetto “Caruso, la voce di Napoli nel mondo”, ideato e realizzato dall’Associazione Igor Stravinsky e finanziato dalla REGIONE CAMPANIA con DGRC n. 83 del 28/2023 “Promozione e valorizzazione della cultura”: convegni, seminari, incontri con presentazioni di libri dedicati al Tenorissimo che hanno preso il via il 24 ottobre e si concluderanno il 15 dicembre.

Enrico Caruso fu uno dei più grandi tenori che abbia avuto l’opera lirica ma fu anche uno dei più influenti personaggi dell’industriaculturale internazionale e la sua carriera ebbe inizio proprio nell’epocadello sviluppo e dell’innovazione tecnologicache rivoluzionò la percezioneela fruizionedellamusicainognisua forma espressiva.

Giovedì 30 novembre, nella Sala delle Arti – Via Provinciale 89 – Manocalzati (AV) alle ore 18.00 (Ingresso libero) il maestro Paolo Giovanni Maione (Docente di Storia della Musica presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli) ci parlerà di “Caruso erede di una tradizione musicale tra formazione e migrazione”. 

Non mancheranno ascolti musicali ed a seguire momento conviviale durante il quale sarà possibile degustare un buffet caldo. 

 Venerdì 1 dicembre, sempre nellaSala delle Arti – Via Provinciale 89 – Manocalzati (AV) alle ore 18.00 (Ingresso libero) la dottoressa Tiziana Grande (Bibliotecaria presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli) ed il professore Beniamino Cuomo  dell’Associazione Aequa 20 ci presenteranno “Enrico Caruso e la canzone di propaganda bellica italoamericana (1917 – 1918)”: proiezioni di foto dell’epoca e di spartiti originali scritti direttamente dalla mano compositiva di Enrico Caruso, introdotte dalle note musicali di alcuni di questi brani.

Alla fine dell’evento è previsto un momento conviviale con degustazione calda e fredda.