Sud, prima cabina di regia Zes unica tra ministero e regioni

0
395

Si è appena conclusa la prima riunione della cabina di regia per la ZES Unica, che ha il compito di indirizzo, coordinamento, vigilanza e monitoraggio, alla quale hanno partecipato i Ministri, le otto Regioni interessate, (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna), ma anche UPI e ANCI.

Al centro dell’incontro la predisposizione del Piano strategico della ZES Unica, che avrà durata triennale e definirà, in coerenza con il PNRR e con le programmazioni nazionali e regionali dei fondi strutturali europei, la politica di sviluppo della ZES Unica. Al Piano spetterà il compito di indicare gli investimenti e gli interventi prioritari ma, soprattutto, i settori da promuovere e i settori da rafforzare, a cui applicare il regime semplificato dell’autorizzazione unica. Per predisporlo saranno convocati appositi tavoli tematici allo scopo di avviare un confronto con tutti i principali attori, pubblici e privati, comprese le associazioni di categoria, con la piena partecipazione delle regioni interessate, dell’UPI e dell’ANCI.

Va ricordato, infine, che fra qualche giorno, il 1° marzo, le funzioni svolte dagli otto Commissari straordinari saranno trasferite alla Struttura di missione ZES. Fino a quella data, i Commissari straordinari sono tenuti a ricevere le istanze finalizzate al rilascio dell’autorizzazione unica e a rilasciare il relativo provvedimento, con una competenza che si estende all’intero territorio regionale di riferimento.