Sviluppo della differenziata, le proposte dei 5stelle a Montoro

0
719

 

Il gruppo Montoro 5 Stelle comunica di aver proposto e invitato l’Amministrazione Comunale e il Sindaco di Montoro a partecipare al bando Comieco per l’acquisto di attrezzature per sostenere lo sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone.
 
L’obiettivo del bando è quello di incrementare quantità e qualità della raccolta nei Comuni medio-piccoli che abbiano registrato performance molto al di sotto della media nazionale con un finanziamento, erogato da Comieco a fondo perduto, che potrà essere utilizzato dalle Amministrazioni comunali per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie ad effettuare o a migliorare il servizio di raccolta differenziata della carta e del cartone.
 
Nel 2014 sono state raccolte e riciclate tre milioni di tonnellate di carta e cartone in Italia: vuol dire che ogni italiano, in media, ne ha raccolti 51 kg. Ci sono Comuni virtuosi e altri meno, le cui rese di raccolta sono ancora al di sotto del reale potenziale. Il Comune di Montoro rientra tra questi ultimi registrando un valore di intercettazione pro capite di frazione cellulosica di appena 24,36 Kg/anno. Portandosi in linea con i valori medi nazionali, la Città di Montoro potrebbe intercettare 500 tonnellate di “risorse”, ovvero carta e cartone, che non verrebbero più conferite in discarica con un potenziale risparmio per i cittadini montoresi di ben 100.000 euro ogni anno. A ciò andrebbe aggiunto il corrispettivo economico che Comieco riconosce ai Comuni in convenzione a fronte della loro raccolta differenziata di carta e cartone: nel 2014 sono stati oltre 7 milioni e 500mila euro i corrispettivi versati ai Comuni campani.
 
Gli attivisti, dunque, chiedono che l’Amministrazione comunale colga questa opportunità per dare maggiore impulso alla raccolta differenziata e nel contempo ribadiscono la necessità di strutturare un sistema di raccolta che aumenti la quantità di materiale differenziabile ed ottimizzi la qualità del materiale da riciclare, diminuendo contestualmente la quantità di rifiuti prodotti e creando le condizioni per l’abbattimento della tassa sui rifiuti.