Tanica di benzina sulla moglie, patteggia la pena

0
310

Ha patteggiato una condanna a 1 anno e 6 mesi (pena sospesa) un 46enne di Lioni accusato di lesioni e maltrattamenti in famiglia.

L’uomo fu arrestato in data 28.07.2019 dai Carabinieri della Stazione di Lioni per aver versato mezza tanica di benzina addosso alla moglie in seguito all’ennesimo litigio.

Il 46enne, assistito dall’Avvocato Emilio Cordasco non dovrà risarcire la persona offesa.

Quello accaduto a Lioni rappresenta l’ennesimo episodio di violenza fisica nei confronti di una donna in provincia di Avellino. Intanto, ad agosto di quest’anno, il Senato ha dato via libera definitivo al ddl sulla tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il cosiddetto “Codice rosso.”

Grazie alla nuova legge, la violenza sulle donne sarà combattuta attraverso una “corsia preferenziale” con indagini più veloci. La Polizia Giudiziaria dovrà comunicare al Magistrato le notizie di reato di maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate avvenute in famiglia o tra conviventi. E la vittima dovrà essere sentita dal PM entro 3 giorni dall’iscrizione delle notizia di reato. Le pene salgono a 6-12 anni.