Teatro Gesualdo, ancora un mese per la verità mentre la Commissione cultura “sbarra” le porte

0
282

 

Cifre, nomi, responsabilità ma, soprattutto, futuro del Teatro Carlo Gesualdo di Avellino.
Si dovrà aspettare anche un mese per sapere la verità del segretario generale del Comune di Avellino, Riccardo Feola, nominato Commissario del comunale cittadino lo scorso giugno, dopo le dimissioni dell’ex Presidente Luca Cipriano.

Il dato è emerso a margine della Commissione Cultura convocato questa mattina a Palazzo di città. Nonostante l’annuncio del Presidente Laura Nargi di voler svolgere la seduta di Commissione a porte aperte, misteriosamente i cronisti sono stati fatti accomodare fuori prima dell’inizio dei lavori.
Solo dopo quasi due ore di discussione, rigorosamente a porte chiuse, il Commissario Feola ha riposto a qualche domanda rimandando, come detto, la presentazione ufficiale della sua relazione di almeno un mese.

Sullo sfondo lo "sdegno" di un membro della Commissione, il consigliere di maggioranza Massimiliano Miro, che ha abbandonato la riunione prima della sua conclusione, non prima di aver redatto un duro documento- accusa sulla vicenda.

Ben 11 domande che Miro rivolge a Feola a partire dall’esatto ammontare del svisavano di gestione registrato, dei debiti, dei crediti non erogati, fino a ruolo, funzioni, attività assegnate e quant’altro, per le quale, "considerata l’estrema urgenza di conoscere- risolvere i problemi e le cr