Tentano truffa in area di servizio sull’A16, arrestati dalla Polizia Stradale

0
809

Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato, all’altezza del km. 80 dell’Autostrada A/16 Napoli-Canosa, procedeva alla denuncia in stato di libertà di nr. 2 persone per il reato di truffa.

Le due persone, un uomo ed una donna, entrambi residenti nel comune di Napoli, poco prima avevano tentato di acquistare un grosso quantitativo di stecche di sigarette presso l’Area di Servizio “Calaggio Sud”, sita al km 107 della medesima Autostrada, utilizzando alcune carte di credito clonate installate su un telefono cellulare abilitato ai pagamenti tramite l’applicazione “Googlepay”. Alla richiesta della cassiera di esibire un documento di riconoscimento, i due si davano a precipitosa fuga, tentando di far perdere le proprie tracce. Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale Grottaminarda, in servizio sulla tratta autostradale, su segnalazione della Sala Operativa, riusciva ad intercettare il veicolo segnalato al cui interno venivano rinvenuti nr. 3 telefoni cellulari IPhone, 2 cuffie Apple Airpods, 2 orologi Apple Watch, il tutto di ultimissima generazione, ulteriori 17 stecche di sigarette di varie marche e 24 pacchetti sfusi. Il cellulare utilizzato per compiere la truffa, su cui erano installate svariate carte di credito clonate, e tutta la merce acquistata utilizzando il medesimo artifizio truffaldino venivano posti sotto sequestro penale a disposizione della competente Autorità Giudiziaria e le carte di credito utilizzate venivano bloccate.

Sono tutt’ora in corso indagini finalizzate ad accertare eventuali ulteriori episodi in cui è stata acquistata merce di ingente valore utilizzando lo stesso sistema.