Trapianti e donazioni: all’Azienda ospedaliera “Moscati” apre lo Sportello Amico

0
439

Uno punto di ascolto, con personale formato pronto a offrire chiarimenti, a fugare dubbi e a sensibilizzare i cittadini sulle donazioni di organi e sul trapianto.

Aprirà al pubblico domani, lunedì 7 febbraio, presso l’Azienda ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino, lo Sportello Amico Trapianti, uno spazio di incontro nel quale gli utenti potranno manifestare il proprio consenso alla donazione e ricevere ogni informazione sull’argomento. Lo sportello si trova all’interno dell’area del Centro Unico Prenotazioni (Cup-ticket), al pianto terra della Città ospedaliera, e sarà aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì, dalle ore 9 alle 12.

All’inaugurazione del nuovo servizio attivato dall’Azienda “Moscati”, prevista per le ore 10, parteciperanno il Direttore del Centro Trapianti della regione Campania, Antonio Corcione, una rappresentanza di professionisti del Centro, il Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Renato Pizzuti, il Direttore Sanitario, Rosario Lanzetta, il Direttore Amministrativo, Germano Perito, il nuovo coordinatore locale per i trapianti, nonché referente dello Sportello Amico, Elena Pepe, i direttori delle Unità operative e il personale aziendale coinvolti nel progetto.

«Lo Sportello Amico – evidenzia il manager Pizzuti – rappresenta un incentivo al circuito della donazione, uno spazio in cui acquisire una maggiore consapevolezza. Il nuovo servizio, inoltre, è anche un segnale di speranza e di ripresa, un primo passo verso una sanità “normale”, con l’avvio di attività che, a causa della pandemia, hanno subito un inevitabile rallentamento».

Lo Sportello Amico Trapianti rientra in un ampio progetto regionale che prevede la graduale attivazione di postazioni di raccolta delle dichiarazioni di volontà presso le Asl e le Aziende ospedaliere campane. Il personale allo sportello ha il compito di fornire orientamento, accompagnamento e informazioni ai cittadini, ai potenziali donatori, ai donatori stessi e ai pazienti in attesa di trapianto.