Un accordo di potere?

0
755

 

Oggi vorrei possedere una palla di vetro. Mi aiuterebbe a vedere che cosa accadrà nella seduta del Consiglio comunale di Avellino convocato per lunedì sera. Non avendo questo magico potere mi limiterò a mettere insieme alcune considerazioni che sono emerse in queste ultime ore. Io penso che è in atto una grande farsa. Contraddistinta dalla mancanza di dignità. Si dice che il sindaco Paolo Foti abbia lavorato, per l’intera settimana, alla scrittura dell’ennesimo documento programmatico di fine consiliatura. Con una precisa regia che dovrebbe consentire al suo governo di mantenersi in vita. Per dare credibilità alle sue intenzioni ha chiesto, e ottenuto, ma solo in parte, la disponibilità di alcuni assessori a rinunciare all’incarico. Dunque egli si presenterebbe in Consiglio pronto a varare l’ennesimo rimpasto del governo cittadino. Sarebbe il quarto della consiliatura fino ad oggi e, probabilmente, non l’ultimo. La nuova maggioranza che dovrebbe sostenere l’esecutivo sarebbe formata da pochi consiglieri del Pd. Restano in fase critica i gruppi Pd che si richiamano a Rosa D’Amelio e a Gianluca Festa. Questo sarebbe il presumibile accordo raggiunto. Come dire: ancora un accordo di potere contro la città.

edito dal Quotidiano del Sud

di Gianni Festa