Una sfida culturale con i beni storici del sud

0
505

La Svimar, con il suo Direttivo ha ripreso la sua attività promozionale per lo sviluppo delle aree interne dei Mezzogiorno. In data 1°ottobre ha visitato lo scalo FS di Spinazzola, un tempo crocevia strategico”Apulo-Lucano”, già tale in epoca romana tra la Via Appia Antica e la Via Herculea, denso di traffico e di vitalità, mentre nello stato attuale si presenta come desolante deserto. È stato visitato anche lo scalo di Minervino Murge, sulla tratta ferroviaria “Barletta – Spinazzola” attualmente non trafficata per restauro di tracciato ma aperta ai viaggiatori di bus sostitutivi dei treni ad opera di attivo volontariato del sig. Antonio. Quindi è seguito incontro al Santuario della Madonna del Sabato, a Minervino Murge per constatare la realtà di un luogo religioso accogliente e di singolare promozione culturale, sociale, umana ad onore e merito di Don Peppino Balice. Si è parlato di mobilità territoriale, di infrastrutture da completare, di servizi da attivare. In particolare si è fatto riferimento alla strada ferrata “Barletta – Potenza”, ipotizzata nel 1873 e rimasta tronca a Spinazzola sin dal 1894. Di riattivare il servizio ferroviario sulla linea citata per rivitalizzare i paesi dell’interno Sud ad essa interessati e bloccare lo spopolamento in atto che li penalizza. Tale incontro si è svolto in piena sintonia di vedute e di concordi iniziative da prendere, in merito, con le istituzioni locali e non per affrontare e risolvere le diverse emergenze e criticità che esistono ancora ai nostri giorni nel sistema del vivere civile.