Vacanze, l’80% dei campani si affida prima al web

0
308

Vacanze in campagna sempre più social e digitali. Il 70% dei turisti e degli escursionisti che scelgono gli agriturismi della Campania passano prima da una ricerca sul web. È quanto afferma Coldiretti Campania sulla base di un’indagine effettuata tra le aziende agrituristiche aderenti alla rete Campagna Amica. A catalizzare l’attenzione sono i siti web aziendali, ma soprattutto i social network, attraverso i quali è possibile interagire con le foto, i servizi e il contesto territoriale di riferimento. Il passaggio successivo è legato nella gran parte dei casi alla prenotazione via telefono. Solo un 20% delle prenotazioni negli agriturismi arrivano direttamente da sistemi online. Un dato basso rispetto al turismo tradizionale, che invece nel 2019 ha visto il 50% delle prenotazioni direttamente dalla rete (indagine Coldiretti/Ixé). Un gap che Coldiretti Campania e Terranostra Campania – l’associazione che promuove gli agriturismi della rete Campagna Amica – puntano a superare attraverso un corso manageriale che partirà in autunno.

Internet – sottolinea la Coldiretti – è entrato nelle abitudini vacanziere degli italiani che per il 27% hanno prenotato da soli sui siti web delle strutture recettive, mentre il 23% si è affidato a siti specializzati lasciandosi guidare anche dai giudizi degli altri ospiti. Tra i tradizionalisti – continua la Coldiretti – il 17% contatta telefonicamente le strutture, il 18% preferisce non prenotare e appena il 13% si rivolge a tour operator o agenzie mentre il 2% non risponde.

Le motivazioni che spingono un numero crescente di turisti a scegliere il web sono la possibilità di confrontare prezzi e servizi offerti, vedere le foto della struttura in anticipo e consultare le recensioni mentre un freno è rappresentato ancora dai timori di essere vittima di raggiri e frodi informatiche inserendo le informazioni della propria carta di pagamento.

Ma la rete – precisa la Coldiretti – è diventata in realtà per molti una compagna dell’intera vacanza per verificare le previsioni, raccontare, anche con gli scatti, luoghi visitati, cibi consumati ed emozioni provate.

Uno strumento – continua la Coldiretti – utilizzato anche per prenotare o esprimere il proprio gradimento o meno riguardo alle strutture di ospitalità, ai luoghi di divertimento o ai ristoranti e addirittura per trovare esclusivi prodotti tipici come souvenir. Su siti come www.campagnamica.it o scaricando la nuova App di Campagna Amica – conclude la Coldiretti – è possibile trovare la mappa dei mercati contadini, delle fattorie e delle botteghe dove poter comprare il vero made in Italy agroalimentare dei luoghi di vacanza offerto direttamente dagli agricoltori italiani.