Ventuno anni nel segno di poesia e visioni, Zia Lidia racconta il nostro tempo. Dall’omaggio a Chiara Rigione allo sguardo rivolto all’Oriente

0
556

Ventuno anni scanditi da visioni, sguardi e un dialogo costante con le comunità del mondo. Sono ancora una volta le parole del Maestro Giovanni Spiniello a salutare la ventunesima edizione dello Zia Lidia Social Club, presentata questo pomeriggio al Circolo della stampa da Michela Mancusi, anima dello Zia Club, Lorenzo Crescitelli e Antonio Cataldo. Parole che richiamano il legame tra poesia e cinema “Con il sole nel cuore di Zia Lidia social club.  Negli anni che sono tanti con Michela e i nostri amici di zia Lidia social club si è creato un rapporto empatico, di totale fusione spirituale che ci ha sempre permesso di vivere un paesaggio gentile e sempre ricco di nuovi significati intrisi di poesia e sogni che percorrono paesaggi sconosciuti e sempre carichi di gioia e emozioni profonde che vanno sotto la pelle per arrivare all’anima. Un saluto affettuoso e anno come carico di fermenti culturali che illuminano nuovi sentieri di vita”.

Una rassegna che non può non partire dal ricordo di Chiara Rigione, protagonista indiscussa delle scorse stagioni dello Zia Lidia con la proiezione di Lantimos, grande amore di Chiara, tanto da scegliere il nome Kinetta, ispirato al regista, per la sua associazione e da un evento speciale di apertura con la proiezione di “Sacco e Vanzetti” di Giuliano Montaldo, introdotto da Pietro AmmaturoCiro Borrelli sulle note di Vinyl Gianpy, con la speciale performance musicale di Luis di Gennaro, al cinema Partenio. E’ Michela Mancusi a sottolineare la forza di un’associazione che ha conservato intatta la sua identità in questi ventuno anni “scegliendo sempre di abbracciare la città e di offrire il proprio contributo per rinsaldare il tessuto sociale del capoluogo e di esplorare sguardi differenti, capaci di andare al di là del già visto e di seminare parole di pace, raccontando il difficile tempo in cui viviamo. Di qui l’attenzione rivolta quest’anno all’Oriente con tre film dalla forte carica innovativa e collaborazioni con associazioni come Avionica e Ebbridilibri”. Biancamaria Palladino sottolinea “la scelta di interrogarsi sul post lavoro, sulle trasformazioni dell’occupazione ai tempi dell’intelligenza artificiale, con una pellicola come “After work” di Gandini che consegna testimonianze preziose. O ancora abbiamo voluto che la rassegna dedicasse ampio spazio all’arte con una pellicola come “L’infinito. L’universo di Ghirri” di Matteo Parisini che esplora l’universo del fotografo Ghirri, vicino anche ad artisti come Celati. Fino a ‘Welcome to Paradise” di Di Costanzo che regala un ritratto inedito di Procida attraverso lo sguardo di giovani registi”

Si prosegue giovedì 18 gennaio al cinema Partenio con “Welcome to Paradise” di Leonardo Di Costanzo. Giovedì 25 gennaio “Dedicato a Chiara” al Movieplex con “Poor Things – Povere creature” di Yorgos Lanthimos. Lunedì 29 gennaio è la volta de “Il male non esiste” di Ryûsuke Hamaguchi, sempre al cinema Movieplex, lunedì 5 febbraio un altro autore amatissimo dallo ZiaLidia, Ken Loach con “The old oak”, storia di un ex centro minerario dell’Inghilterra settentrionale dove, mancando il lavoro dilaga la miseria, materiale e non solo  Lunedì 12 febbraio si prosegue al Movieplex nel segno di “Perfect Days” di Wim Wenders, lunedì 19 febbraio è la volta di un film italiano acclamatissimo “La chimera” di Alice Rohrwacher, in programma al cinema Partenio. Giovedì 29 febbraio “Il canto del pavone” di Sanjeewa Pushpakumara al cinema Movieplex. Giovedì 7 marzo “Il popolo delle donne” di Yuri Ancarani in programma al cinema Partenio. Lunedì 11 marzo si proietta “Misericordia” di Emma Dante al cinema Movieplex. La rassegna non dimentica il piccolo gioiello di Hayao Miyazaki con “Il ragazzo e l’airone” di scena il 18 marzo al cinema Movieplex. Giovedì 21 marzo “After work” di Erik Gandini in programma al cinema Partenio.

Giovedì 28 marzo si prosegue con “Quanno Chiove” di Mino Capuano al cinema Partenio Lunedì 8 aprile è la volta di “Anatomia di una caduta” di Justine Triet al cinema Movieplex, Giovedì 18 aprile “Infinito. L’universo” di Luigi Ghirri Matteo Parisini al cinema Partenio, ospite il produttore Armando Andria, Giovedì 25 aprile si proietta “La Giunta” di Alessandro Scippa al cinema Partenio, ospite la produttrice Antonella Di Nocera Domenica 28 aprile al cinema Partenio “Il silenzio grande” di Alessandro Gassman con la partecipazione di Massimiliano Gallo. Lunedì 6 maggio al Movieplex “Decision to leave” di Park Chan-wook. Giovedì 9 maggio “Giù dal vivo” di Nazzareno Nicoletti, lunedì 13 maggio al Movieplex “Foglie al vento” di Aki Kaurismäki, quarto capitolo della sua serie sulla classe operaia. Giovedì 23 maggio al Partenio “Monster” del regista giapponese Kore’eda che indaga con delicatezza nei dubbi di un preadolescente confuso dal proprio desiderio. Lunedì 27 maggio Hors-saison di Stéphane Brizé al Movieplex. Infine il 22 gennaio “Palazzina Laf”, esordio alla regia di Michele Riondino.