Vinto il ricorso contro la Regione, si ritorna in classe

0
468

Le scuole dell’infanzia, elementare e media inferiore della Campania devono riaprire a partire dall’11 gennaio 2022: il Tribunale amministrativo regionale ha accolto la richiesta di sospensiva dell’ordinanza della Regione firmata dal presidente Vincenzo De Luca.

Il presidente della quinta sezione del Tar Campania Maria Abbruzzese, accogliendo il ricorso presentato da alcuni genitori difesi dagli avvocati Luca Rubinacci e Giacomo Profeta, ha sospeso infatti l’esecutività dell’ordinanza nella parte in cui si rinvia al 29  gennaio il rientro nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie, e ha fissato per la trattazione collegiale la camera di consiglio dell’8 febbraio.

Con queste motivazioni il giudice ha accolto il ricorso degli avvocati Giacomo Profeta e Luca Rubinacci che si sono opposti all’ordinanza del presidente De Luca per conto di una coppia con due figli minori. E ancora il giudice scrive che “non risulta peraltro alcun focolaio né alcun rischio specificamente riferito alla popolazione scolastica, generalmente intesa” e a ulteriore sostegno della complessiva “non ragionevolezza della misura, non risulta siano state assunte misure restrittive di altre attività” e si si concentra invece “sulla sola frequenza scolastica rispetto alla quale, difformemente dalle scelte legislative, è stata privilegiata l’opzione zero”.