Voto, Carratù scende in campo: “Mi candido a sindaco di Montoro”

0
324

Il suo nome era già in pole, accreditato alla candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative a Montoro. Ora l’ufficializzazione arriva direttamente da Salvatore Carratù:«Metto al servizio della città l’esperienza e l’entusiasmo che ha sempre caratterizzato il mio impegno pubblico, mai venuto meno neanche durante gli ultimi anni in cui sono stato lontano dalla politica attiva. Lo faccio con spirito di servizio per dare il mio contributo alla città che amo. Questa è un’epoca che richiede coraggio. E lo richiede soprattutto alle persone come me, che hanno ricevuto molto in termini di stima, sostegno, affetto da parte della gente. Ho dato tanto e ricevuto di più».

Queste le parole di Salvatore Antonio Carratù, che continua, in una nota diffusa alla stampa:«Tante le sollecitazioni che in questi mesi mi hanno fatto riflettere e, poi, a farmi prendere una decisione non scontata, così ho dovuto rivedere i miei progetti ed ho deciso di dare la mia disponibilità a candidarmi alla carica di sindaco di Montoro, paese in cui sono nato e città in cui vivo.

Le motivazioni che mi hanno convinto a scendere in campo non scaturiscono solo dall’insoddisfazione diffusa per il lento, progressivo decadimento di Montoro. Sarebbe facile e scontato puntare il dito, ma noi guardiamo oltre, il problema è più profondo, più doloroso. Le sollecitazioni ricevute provengono da un ritrovato bisogno di una direzione comune. L’urgenza di poterci ritrovare in un cammino condiviso, l’urgenza di ritrovare un’identità e di riempirla di contenuti.

La mia storia è nota e ne sono orgoglioso: sono nato e cresciuto dentro la politica che difende e promuove i valori della solidarietà, della partecipazione, della crescita sociale. La politica che fa lo sforzo di guardare sempre al futuro, senza dimenticare gli insegnamenti del passato, e di prendere le decisioni difficili.

La mia è una candidatura che guarda con attenzione ai cittadini di questa bella comunità. È una candidatura che mette a disposizione impegno e capacità per aprire i confini della gestione della cosa pubblica alle future generazioni auspicando che la politica montorese attraverso l’organizzazione di partiti e movimenti possa riappropriarsi del terreno fertile che deve essere coltivato da tutti e con ruoli diversi per il bene della nostra comunità.

In questa campagna elettorale sarò affiancato da molti amici con alcuni dei quali ho condiviso esperienze politiche ed amministrative e da donne e uomini che hanno deciso di disegnare un percorso politico volto al benessere della nostra comunità, ma in ogni caso tutte persone con un forte radicamento sul territorio che sono stati capaci di costruire uno stretto legame con i cittadini Montoresi.

Insieme a questi amici ed amiche abbiamo intenzione di mettere al servizio della nostra città l’esperienza che da sempre ha caratterizzato l’impegno pubblico, non solo politico ma anche sociale e professionale, di ciascuno di noi. Tocca a noi farci avanti accanto alle nuove generazioni – non davanti, non dietro: accanto!! Dobbiamo dare ai giovani ciò che abbiamo con generosità e altruismo. Per chi c’è oggi e per chi verrà dopo».

Salvatore Antonio Carratù ha 60 anni. Lavora a Napoli come Claims Coordinator Area Centro Sud per una nota SPA italiana e vive a Montoro. La sua passione per la politica e per il territorio lo ha visto fin da giovane a diventare consigliere comunale di Montoro Inferiore. A seguire è stato componente della Comunità Montana Serinese Solofrana; componente Consiglio di amministrazione Alto Calore Patrimonio Spa e presidente del consiglio di amministrazione del Consorzio dei Servizi Sociali A5.

Ha ricoperto l’incarico di sindaco di Montoro Inferiore per due volte (2004/2009) (2009/ 3 dicembre 2013 anno in cui è stato istituito il Comune di Montoro)