Voucher Nido, aperti i termini per le istanze dell’anno scolastico 2024/2025

0
337

 Il Comune di Avellino ha aperto i termini per la presentazione delle istanze relative al contributo Voucher nido per il prossimo anno scolastico 2024/25. Destinatari della misura sono i minori di età compresa tra i 3 ed i 36 mesi, residenti nel Comune di Avellino, con un indicatore Isee in corso di validità non superiore ai 40.000 euro.

Allo scopo, il settore Pubblica Istruzione di Palazzo di Città, coordinato da Giuseppe Giacobbe, ha immaginato nuove fasce di contribuzione: la prima fascia, con Isee da 0,00 a13.000,00 euro, prevedrà un importo mensile di 370 euro; la seconda fascia, con Isee da 13.001,00 a 20.000,00 euro, un importo voucher mensile di 310 euro; la terza fascia, con Isee da 20.001,00 a 40.000,00 euro, importo voucher mensile 250 euro.

L’Avviso è pubblico a decorrere da oggi, 07 marzo 2024, e disponibile sul sito istituzionale del Comune di Avellino nell’area dedicata “Servizi Al Cittadino”. Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente on-line. Si potrà procedere alla compilazione della domanda online cliccando il link “Domanda online Voucher Nido a.s. 2024/25” https://www1.eticasoluzioni.com/avellinonidiportalegen. I richiedenti dovranno essere necessariamente in possesso dell’Identità Digitale SPID.

Le domande on line potranno essere presentate entro e non oltre 45 giorni dalla data di pubblicazione dell’Avviso, e precisamente entro il termine perentorio del 22 aprile prossimo. Oltre tale data, il sistema non consentirà né la compilazione né l’invio delle istanze.

“Nell’ultimo anno – spiega l’assessore all’Istruzione, Giuseppe Giacobbe – abbiamo registrato un aumento importante dei bimbi che usufruiscono degli asili nido della città. Questa misura, che è destinata alle famiglie ed in particolare alle donne che lavorano, va a beneficio di una vasta platea. Anche quest’anno – evidenzia l’assessore – ci siamo mossi per tempo, per consentire ad un numero sempre maggiore di utenti di poter ottenere un voucher il cui importo medio, tra l’altro, è aumentato. Di conseguenza – conclude Giacobbe – ci aspettiamo una vasta adesione entro i termini previsti dal bando”.