Weekend all’insegna del Natale al Cimarosa

0
713

Sarà un fine settimana all’insegna del Natale quello organizzato dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.

Dopo il successo a Chiusano San Domenico per il Concerto di Natale della Cimarosa Young Sinfonietta diretta dal M° Massimo Testa, questa sera si replica Bagnoli Irpino, dove l’ensemble terrà un concerto nella Chiesa Santa Maria Assunta, in occasione della prima della rassegna Natale al Borgo.

Domani, invece, sabato 21 dicembre (ore 20:30- ingresso gratuito) l’Auditorium «Vitale» di piazza Castello, ospiterà l’ultimo concerto della prima edizione del Cimarosa Cori Festival, la rassegna nata da una idea del presidente Luca Cipriano. Dopo il successo degli Hirpini Cantores, della Corale Duomo e del Coro InCanto, domani sarà la volta del Coro “Gesualdo”, diretto dal Maestro Cinzia Camillo, con la partecipazione del Maestro Luis di Gennaro (pianoforte) ed il coordinamento artistico di Sergio D’Onofrio. Il Coro “Gesualdo” si esibirà nel concerto dal titolo “Cantate Domino”, il cui tema dominante è un canto di gioia e ringraziamento per tutto ciò che rappresenta la vita, dagli elementi fisici, come la luce, la terra, l’acqua.

Nato dall’incontro fra i giovani coristi del Teatro “Gesualdo” di Avellino e l’ensemble vocale “Musicantus”, composto da bambini e ragazzi di età compresa fra i 6 e i 27 anni, il Coro “Gesualdo” è uno dei laboratori che l’Associazione Progetto Diffusione Musica porta avanti, con l’obiettivo di diffondere fra i giovani la cura per la cultura delle tradizioni musicali.

Domenica 22 dicembre, il Conservatorio “Cimarosa” di Avellino torna in scena a Napoli a Palazzo Zevallos Stigliano, nell’ambito della rassegna “È aperto a tutti quanti”, conun concerto straordinario di Natale: “Gospel, Spirituals e Carols”, con musiche della tradizione natalizia afro-americana e inglese.

Un doppio appuntamento, quello che rientra nell’ambito di “Musica a pranzo” (ore 12:00 e ore 14:00), che vedrà in scena: Marina Bruno (voce), Giuseppe Di Capua (pianoforte), Gabriella Di Capua (voce), Simone Vita (basso elettrico) e Giovanni Nardiello (batteria). Un concerto che esplora il sentimento religioso attraverso la tradizione della musica gospel e spiritual, retaggio di una cultura, quella afro-americana, da sempre foriera di capolavori artistici indimenticabili per intensità e capacità di coinvolgere il pubblico, con l’esecuzione di brani come God rest you merry gentleman, Swing low, Amazing grace, His eye is on the sparrow, Nobody knows.