Zaolino (Fismic), assurdo IIA: affonda nei debiti e assume

0
480

“Dopo la settimana di mobilitazione per sensibilizzare Amministratori Locali, Sindaci e Consiglio Provinciale, conclusasi con lo sciopero e la grande manifestazione di protesta a Roma, la risposta del gruppo dirigente di Flumeri si è sostanziata con l’assunzione di cinque operai.

Questa Direzione Aziendale vive in un altro pianeta”, dichiara il Segretario Provinciale della Fismic/Confsal Giuseppe Zaolino.

“Sono comportamenti che tendono a depistare sullo stato di salute della società – continua – Una società che non riesce a produrre perché indebitata fino al collo con i fornitori che pretendono i pagamenti anticipati, assume cinque persone, dimostrando tutta l’incapacità gestionale più volte denunciata dal Consiglio di Fabbrica e dalle Segreterie Provinciali.

L’Amministratore Delegato Schisano dovrà chiarire urgentemente queste scelte. Se i soci hanno deciso di continuare a sperperare per avere una motivazione per cedere la società tutto il sindacato si opporrà.

Il Titanic sta affondando e l’orchestrina continua a suonare. Mercoledì nel previsto incontro in fabbrica senza aggiornamenti sul riassetto societario resteranno le distanze fra le parti, continueranno lo stato di agitazione e gli scioperi di reparto.

A Schisano consigliamo di venire all’incontro con le idee chiare per essere credibile.

Al momento le ultime scelte aziendali dimostrano il contrario. Se dovesse sfuggire al confronto ci comporteremo di conseguenza”.