Al castello ducale di Bisaccia dai sudari di Elefante ai francobolli della collezione Lapenna

0
288

Si conferma polo culturale d’eccellenza il Museo di Bisaccia. Giovedì 3 agosto, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Bisaccia, nella sala esposizioni del Castello Ducale si apre alle ore 18.00 la mostra d’arte dal titolo “Sudari”, che vedrà in esposizione le opere di Enzo Elefante.

Dalle parole dell’artista si scopre che l’ispirazione per i soggetti raffigurati nelle nuove opere nasce dall’intenzione di rappresentare quella numerosa parte di società in Italia che svolge lavori che ormai gli stessi italiani non svolgono più, avendoli relegati il più delle volte alle nuove comunità che si sono stanziate nel nostro Paese. L’intento della pittura di Elefante è quindi prevalentemente di ordine sociale: la motivazione dell’artista si pone a cavallo tra sentimento umanitario e riflessione non solo sulle nuove comunità, ma anche sul mondo e sull’uomo stesso. D’altronde l’artista ha creato queste opere esclusivamente per l’esposizione di Bisaccia, nell’ambito dell’evento sull’immigrazione dal titolo “Oblivion” che si svolgerà sempre giovedì 3 agosto a partire dalle ore 17.00. L’apertura della mostra sarà, infatti, preceduta dalla presentazione del libro della scrittrice Pina Mafodda dal titolo “Utopia. Il naufragio tra cronaca e storia (17/03/1891)”, Volturnia edizioni, e proseguirà con l’inaugurazione della mostra fotografica “La valigia di cartone” allestita nelle sale del Museo Polimediale delle Lotte Contadine.

Sarà possibile visitare le mostre al Castello Ducale e al Museo Polimediale dal 3 al 30 agosto, con ingresso gratuito, tutti i giorni (escluso il lunedì mattina) dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

Ad impreziosire l’offerta del castello la mostra “I francobolli della collezione Antonio Lapenna” che sarà inaugurata martedì 1 agosto, alle ore 18.00, nel Castello Ducale Pignatelli di Bisaccia. L’evento sarà preceduto dai saluti del Sindaco, Marcello Arminio, e dalla presentazione del curatore Michele Oreste Lapenna.

Per la prima volta viene presentata al pubblico una collezione di francobolli storicizzata, raccolta da Antonio Lapenna  (1913-1997), maestro elementare di Bisaccia appassionato di filatelia, a partire dalla metà del secolo scorso con lo scopo di conservare quella corrispondenza privata dei cittadini bisaccesi emigranti all’estero.

I francobolli in esposizione sono catalogati per nazioni e cronologicamente: si distinguono in usati e nuovi, incollati su buste di corrispondenza o staccati, timbrati e non, espressi su raccomandate, segnatasse e altro. Preziosi i francobolli degli antichi Stati italiani, del Regno d’Italia e della Repubblica, ma anche quelli provenienti dalle isole dell’Egeo e dalle terre dell’emigrazione (Stati Uniti d’America, Australia, Svizzera, Francia, Inghilterra e Germania). Non mancano cartoline postali e fotografiche per scambi di saluti, lettere via mare e via aerea e cartoline prodotte in occasione della Giornata della Filatelia nazionale e internazionale.

La mostra sarà visitabile dal 1 al 30 agosto 2023 dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00.