Avellino: identità e futuro

0
836

“Avellino, identità e futuro. Quale visione sostenibile” è il tema del convegno organizzato dall’associazione “Controvento” che si svolgerà martedì 26 novembre presso il Circolo della Stampa di Avellino a partire dalle ore 17. La relazione introduttiva sarà di Antonio Gengaro, quindi si svilupperà il dibattito a cui interverranno l’assessore comunale Emma Buondonno, e il presidente dell’Ordine degli architetti, Erminio Petecca. Le conclusioni saranno affidate a Carlo Gasparrini. Modererà Generoso Picone.

Nell’occasione sarà consegnato a Carlo Gasparrini, docente di Urbanistica presso l’Università “Federico II” di Napoli, il premio di urbanistica e architettura 2019 intitolato a Franco D’Onofrio.

Carlo Gasparrini, nella sua intensa attività di ricerca, analisi e progettazione, ha individuato il tema della città sostenibile come prioritario della riflessione urbanistica. Docente di Urbanistica presso la facoltà di Architettura dell’Università “Federico II” di Napoli dove è stato tra i fondatori del Dipartimento di Urbanistica, importante animatore dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e dell’Associazione nazionale Centri storici e artistici, Gasparrini si è misurato con le realtà di Napoli, Roma, Caserta o l’Aquila. Ambiti particolari e differenti, attraversati comunque da significati elementi comuni: essere città in cui il nucleo storico e per molti versi antico coesiste con parti nuove e si trova così a dover dialogare con elementi diversi scaturiti dalla più problematica contemporaneità.

ASSOCIAZIONE CONTROVENTO AVELLINO

Il martedì 19 novembre 2019, 13:17:08 CET, CONTROVENTOAV <controventoav@yahoo.com> ha scritto:

“Avellino, identità e futuro. Quale visione sostenibile” è il tema del convegno organizzato dall’associazione “Controvento” che si svolgerà martedì 26 novembre presso il Circolo della Stampa di Avellino a partire dalle ore 17. La relazione introduttiva sarà di Antonio Gengaro, quindi si svilupperà il dibattito a cui interverranno l’assessore comunale Emma Buondonno, e il presidente dell’Ordine degli architetti, Erminio Petecca. Le conclusioni saranno affidate a Carlo Gasparrini. Modererà Generoso Picone.

Nell’occasione sarà consegnato a Carlo Gasparrini, docente di Urbanistica presso l’Università “Federico II” di Napoli, il premio di urbanistica e architettura 2019 intitolato a Franco D’Onofrio.

Carlo Gasparrini, nella sua intensa attività di ricerca, analisi e progettazione, ha individuato il tema della città sostenibile come prioritario della riflessione urbanistica. Docente di Urbanistica presso la facoltà di Architettura dell’Università “Federico II” di Napoli dove è stato tra i fondatori del Dipartimento di Urbanistica, importante animatore dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e dell’Associazione nazionale Centri storici e artistici, Gasparrini si è misurato con le realtà di Napoli, Roma, Caserta o l’Aquila. Ambiti particolari e differenti, attraversati comunque da significati elementi comuni: essere città in cui il nucleo storico e per molti versi antico coesiste con parti nuove e si trova così a dover dialogare con elementi diversi scaturiti dalla più problematica contemporaneità.
ASSOCIAZIONE CONTROVENTO AVELLINO