Covid- 19, SOCOTEC Italia operativa anche nelle fasi di lockdown. La società campana al lavoro sul ponte di Genova

0
634
SOCOTEC Italia, Società leader nel campo dei Testing, Inspection e Certification connesse alle Grandi Infrastrutture, ha continuato a supportare i propri clienti durante tutte le fasi dell’emergenza sanitaria da Covid-19, garantendo l’indispensabile affiancamento in tutte le fasi di progettazione, realizzazione, collaudo e manutenzione delle opere infrastrutturali, che non hanno subito rallentamenti anche nelle fasi più intense di lockdown. SOCOTEC Italia, salvaguardando quindi la salute dei propri dipendenti e quella di tutte le persone coinvolte nella filiera produttiva, ha continuato a porre come primo obiettivo il soddisfacimento di tutte le esigenze dei propri committenti, con particolare attenzione alle opere infrastrutturali strategiche. Ha contribuito,infatti, tramite il proprio operato, alla realizzazione del nuovo ponte di Genova. SOCOTEC si è occupata di tutti i controlli sui materiali, dai calcestruzzi agli acciai. Attualmentela società è impegnata nella fase di collaudo. SOCOTEC, inoltre, è prontamente intervenuta, a seguito del crollo del ponte sul fiume Magra, ad Albiano Magra – Aulla (MS), per l’esecuzione delle indagini finalizzate alla progettazione della viabilità provvisoria di attraversamento del fiume. Pienamente operativa, SOCOTEC, grazie ad un importante piano di riorganizzazione delle proprie sedi principali di Milano, Ferrara ed Avellino, continuamente aggiornato, che ha anticipato le disposizioni di tutti i DPCM, prevedendo sin dal giorno successivo al “caso Codogno” un ferreo disciplinare di ingresso nelle diverse sedi aziendali per fascia oraria, ingressi separati, accessi controllati ed assoluto distanziamento negli uffici, nonché tramite sanificazioni periodiche degli ambienti di lavoro e la dotazione al proprio personale dei più appropriati DPI, garantendo l’assoluta sicurezza di ogni tecnico operante. La possibilità di appartenere al gruppo multinazionale SOCOTEC, ha fatto si che la struttura italiana potesse essere rifornita, dalla sede francese, delle indispensabili mascherine protettive anche nei momenti di totale assenza sul territorio nostrano.
Massimo De Iasi, Ceo di SOCOTEC Italia: «Ora ci si aspetta che le istituzioni, il Governo ed i Ministero delle Infrastrutture non vanifichino tutto questo; l’Italia deve ripartire più forte e motivata di prima. E’ essenziale un Piano di rilancio delle Grandi Opere con la stessa celerità ed efficienza di gestione del Ponte di Genova dando una continuità, per esempio, alla TAV Milano-Napoli, spingendo i binari fino a Palermo in modo che tutta l’Italia possa finalmenteviaggiare verso una ripresa economica»