Dieta Mediterranea, Infoday in Consiglio sulla legge regionale

0
438

 

Il Consiglio regionale della Campania inaugura l’Infoday sulle leggi approvate per monitorare il loro stato di attuazione e le eventuali modifiche o integrazioni necessarie.
Il primo infoday si terrà presso la sede del Consiglio Regionale il 10 dicembre. E riguarderà la legge regionale n.6/2012 “Valorizzazione della Dieta Mediterranea" …a tre anni dalla sua approvazione”.
"La Campania – sottolinea la Presidente del Consiglio Regionale Rosa D’Amelio – ha la maglia nera dell’obesità infantile e per invertire la rotta è necessario partire innanzitutto da una adeguata informazione e promozione che veda insieme la scuola, i genitori e le istituzioni. La Dieta Mediterranea è una leva eccezionale per contrastare questo fenomeno, puntando su un regime alimentare corretto e su uno stile di vita che recupera le nostre tradizioni, facendo riscoprire anche la cultura e i paesaggi ad essa associati".
I lavori, coordinati dal professore Gino Frezza dell’Università di Salerno, saranno introdotti dal responsabile del progetto del Consiglio regionale “Cresci sano in Campania”, Anna Rosselli, prevedono l’intervento del Presidente della Commissione consiliare regionale per l’Agricoltura, Maurizio Petracca, del Direttore dell’Ufficio scolastico regionale, dottoressa Luisa Franzese, del Direttore per le politiche agricole e alimentari dell’Assessorato regionale per le politiche agricole, dottore Filippo Diasco, del professore Marino Niola, Direttore del Centro di Ricerche sociali sulla dieta Mediterranea.
Concluderà i lavori la Presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosa D’Amelio.
“Il Consiglio Regionale – ricorda D’Amelio – ha avviato, attraverso i suoi uffici, un’attività sperimentale volta alla divulgazione e al monitoraggio di quelle leggi della Regione che riguardano direttamente i cittadini campani. Tra queste, si è individuata la Legge Regionale n. 6 del 30 Marzo 2012 con il progetto “CrescisanoinCampania” che ha la finalità di far conoscere, in particolare ai giovani, la Dieta mediterranea riconosciuta dall’UNESCO “Patrimonio culturale immateriale dell’umanità”. E’ stato realizzato un sito all’interno del portale del consiglio regionale nella sezione dell’attività “Ragazzi in aula” che vede la partecipazione ogni anno di oltre 3000 studenti delle scuole primarie e secondarie e una brochure informativa. L’obiettivo – conclude la Presidente – è quello di diffondere l’importanza per la salute e per la sana crescita della Dieta Mediterranea che più che un regime alimentare rappresenta uno stile di vita fondato sulle tradizioni e usi delle nostre comunità”.