Disordini allo Zaccheria, Ghirelli: “Non ho sfavorito l’Avellino”

0
643

Dopo le polemiche il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha inviato al Sindaco di Avellino Gianluca Festa e al Presidente dell’Unione Sportiva Avellino 1912, Angelo Antonio D’Agostino, una lettera aperta dove spiega le sue ragioni. Ecco il testo completo:

“Caro Sindaco Festa, caro Presidente D’Agostino, ho letto le dichiarazioni fatte dopo la mia presa di posizione sui gravissimi fatti successi durante la partita Foggia-Avellino. Vi assicuro che sono profondamente meditate, nessun errore a causa di scarsa e rapida valutazione nel merito, pubblicate dopo attenta verifica con i legali.

Dove si evince che io abbia puntato il dito solo contro la parte Avellino?

Questo è il testo: “A Foggia la partita tra Foggia ed Avellino è stata sospesa a causa di continui, pericolosissimi lanci di petardi verso il terreno di gioco e tra settori del pubblico”. Ne riporto qui una parte della mia dichiarazione e allego l’intero testo per permettervi la lettura completa della stessa. Dove c’è nella mia dichiarazione che io indichi una sola parte nel dare la responsabilità dei lanci pericolosissimi di razzi e petardi?

Io ho condannato, senza se e senza ma, gli atti delinquenziali che potevano arrecare danni gravissimi a bambini, donne, spettatori e allontanano la gente normale dal calcio. Ho aggiunto che se verranno identificati “i delinquenti” che hanno fatto i lanci, promuoverò azioni per danni, poiché hanno causato un colpo alla reputazione dei club di Serie C.

Lo dico in forma semplice e comprensibile, in modo che ne consegua che ognuno si schieri senza alcuna ambiguità e, ancor più, senza usare cose non dette dal sottoscritto per poter dire e non dire.

Un caro saluto, Francesco Ghirelli”.