Foscarini: “Siamo stati troppo ingenui”

0
432

Mister Foscarini a fine partita parte dalla difesa: “Non possiamo concedere occasioni al Frosinone che può sempre castigarti e infatti è successo. Ci siamo fatti trascinare troppo dalla ricerca del gol pensando di poterci riuscire, trascinati anche dall’emozione di cercare la rete ma non ho messo la stessa cattiveria in fase difensiva, e contro queste squadre non puoi concedere nulla. Migliorini infortunato? Domani valuteremo le sue condizioni, è un giocatore che in queste partite è un riferimento per la difesa, sa comandare la linea difensiva, ha delle esperienze e delle qualità per farlo bene. Domani vedremo come sta, non so se ci sarà a Palermo e se recupererà D’Angelo. Sappiamo che abbiamo tanti infortuni ma non dobbiamo fasciarci la testa perché lavorando alla fine saremo gratificati, ci sarà da lavorare fino alla fine ma abbiamo lavorato per costruire una base e siamo fiduciosi.

Asencio ha giocato tanto, forse troppo, è generoso ma deve capire che deve muoversi meglio in funzione della squadra, abbiamo bisogno di lui. E’ uscito scontento ma domani gli parlerò perché chi esce deve rispettare l’allenatore e i compagni che entrano. Ci sta che sei arrabbiato perché potevi fare meglio. Se è arrabbiato perché il mister lo ha tolto è un comportamento infantile che non va bene. Vajushi volevo toglierlo prima ma continuava a saltare l’uomo e creare situazioni di uno contro uno e ho aspettato, ma non potevo rischiare troppo. Ci sono giocatori che stanno recuperando e altri che stiamo ritrovando, dobbiamo guardare al futuro con fiducia. Potrebbe non essere casuale che becchiamo gol nel finale, forse non abbiamo tenuta per 90′ e non siamo lucidi in alcuni situazioni. Questa squadra deve salvarsi, si lascia trascinare dall’impeto in avanti ma non c’è quella malizia in difesa che una squadra che deve salvarsi deve avere, e non è poco.

Tabelle e percentuali io non ne ho mai indovinate, dobbiamo cercare qualche vittoria senza fare tanti conti, cercare vittorie perché la squadra ha un’idea di gioco ma dobbiamo entrare nell’idea che anche un punto può essere importante, nel finale potevamo anche chiuderci di più senza lasciare spazi. Mi spiace che perderemo anche Castaldo, un riferimento importante per il gruppo, ha caratteristiche utili alla squadra, una perdita importante ma ho anche altri giocatori, un certo Ardemagni, Cabezas, Asencio, ho fiducia”.