Gli studenti del “Perna-Alighieri” ricordano la Shoah

0
759

“In occasione della giornata della Memoria, i ragazzi delle classi 1ªF, 1ªG, 3ªG dell’Ic. Perna-Alighieri, hanno voluto rendere omaggio alle vittime di quell’atroce persecuzione con un lavoro particolarmente coinvolgente. Ognuno di loro si è “impossessato” di una delle innumerevoli vittime, facendole rivivere per un attimo e mettendone in evidenza i loro sogni e le loro sofferenze. Dopo il toccante incontro con Pupa Garribba, sopravvissuta ai campi di sterminio, organizzato dalla referente per la Shoah Prof.ssa ELENA MAFFEI, la scuola Perna-Alighieri ha messo a punto tutta una serie di lavori volti a sensibilizzare le nuove generazioni verso una problematica sempre attuale. Dopo una meticolosa ricerca, soprattutto tra le vittime più giovani delle persecuzioni nazi-fasciste, i giovani studenti della Scuola Perna-Alighieri, diretta magistralmente dal Ds ATTILIO LIETO e guidati in questo lavoro dal prof. Ciro Marciano, hanno fatto rivivere il dramma di ognuno di loro. Ragazzini di 7 anni lasciati al freddo e ricoperti di acqua gelata per accelerarne la morte; adolescenti che hanno visto svanire nelle camere a gas i loro sogni e le loro aspettative per una vita che inspiegabilmente si mostrava nella sua più cruda ferocia. I ragazzi della Dante hanno scoperto, vissuto, sofferto e partecipato alle violenze inferte ai loro coetanei durante la persecuzione nazista. Ne è nato un video, registrato durante la Dad, e un ebook. Si è trattata di un’operazione forte per i ragazzi di 1ªF, 1ªG, 3ªG: guardare la morte attraverso gli occhi dei loro coetanei non è operazione facile. Gli alunni della terza si sono bendati gli occhi, a testimonianza della mancanza totale di Luce in quegli anni maledetti. “Dov’era Dio in quei momenti?” ebbe a dire Benedetto XVI durante una visita ad Auschwitz. Affinché la Luce non venga più offuscata…”. Prof. Ciro Marciano