“Il corpo e l’anima”, Sandra Milo si racconta: così Fellini ha illuminato la mia vita

Il 7 ottobre la presentazione dei suoi versi alla libreria Feltrinelli di Napoli

0
306

Si racconta a tutto campo Sandra Milo, 86 anni vissuti intensamente, dalla passione per la poesia che ha accompagnato la sua vita al ricordo del regista Federico Fellini. Lo fa a partire dalla raccolta “Il corpo e l’anima. Le mie poesie”, Morellini edizioni, che sta portando in tutta Italia “Ho sempre scritto poesie da quando ero giovanissima ma non avevo mai pensato di pubblicarle. L’ho fatto solo ora, dando retta ai tanti che mi dicevano che sarebbe stato bello che tutti potessero leggerle. Nelle poesie c’è il mio mondo ma non ci sono solo io, ci sono anche emozioni di uomini e donne che ho incontrato lungo il mio cammino, c’è l’intensità con cui riesco a sentire sofferenze e gioie. C’è l’amore, inteso come passione che governa le nostre vite, non solo nelle relazioni, penso alla passione per il proprio lavoro o per la famiglia. Credo di aver fatto tutto sempre con passione e oggi posso dire di non avere nessun rimpianto. Né voglio averli”. Sottolinea come abbia sempre cercato di reinventarsi: “Sono sempre stata contenta della mia fisicità e lo sono ancora oggi ma ho capito presto che non bastava. C’era bisogno di altro e credo di aver dimostrato di avere tanti talenti. Sono orgogliosa di aver lavorato e continuare a lavorare in settori diversi come cinema, televisione, teatro con registi come Zampa, Fellini, Bolognini. Mi sono sempre sentita onorata di interpretare questo o quell’altro personaggio anche se si trattava di piccole parti”. La conferma arriva dalla striscia quotidiana televisiva che la vede ancora una volta protagonista. E sul momento difficile che vive il paese “Il paese appare un po’ allo sbando, è vero, c’è tanta sfiducia nel futuro, ma mi piacerebbe che, invece, di essere schierati gli uni contro gli altri ci rimboccassimo le mani tutti insieme”. Si accende quando parla di Federico Fellini, di cui è stata musa e amante “Mi ha insegnato il coraggio, a non avere pudore dei sentimenti, ha illuminato la mia vita con la sua profonda spiritualità. Non mi manca perché lo sento ancora vicino”. Spiega di avere un rapporto profondo con Napoli e il Sud “Mi ha sempre colpito la bellezza di questa città, la socievolezza della sua gente, la generosità e capacità di non arrendersi dei suoi abitanti”. Quanto all’Irpinia “ Quando penso all’Irpinia penso alle sue pelli. Ricordo che è sempre stata caratterizzata da una affermata industria conciaria. Anche io avevo l’abitudine di venire qui a comprare molti capi pregiati. La politica? Ho sempre ammirato De Mita per la sua dignità e intelligenza ma non ho mai avuto il piacere di conoscerlo”. Sandra Milo presenterà la sua raccolta “Il corpo e l’anima” lunedì 7 ottobre, ore 18, a La Feltrinelli di piazza de’ Martiri insieme a Claudio Guerrini, conduttore radiofonico Rai e RDS. Sarà presente Rosa Gargiulo, Literary Manager dell’Agenzia Letteraria Contrappunto House Of Books.