L’Orchestra irpina conquista Roma

0
274

E’ stata l’ensemble di ottoni dell’Orchestra Mir – Musicisti Irpini Riuniti, fiore all’occhiello del panorama musicale irpino, diretta dal Maestro Claudio Ciampa, la protagonista domenica pomeriggio a Roma del Salotto Tevere, l’evento promosso dall’associazione Irpini Capitale, in collaborazione con il Comune di Mercogliano. Un appuntamento d’eccezione inserito nella manifestazione “Lungo il Tevere…Roma”, sotto il Ponte Cestio. Un viaggio nel segno dei temi più celebri dell’opera e delle colonne sonore del cinema, da Nicola Piovani ad Ennio Morricone, che ha conquistato il pubblico.  Bravissimi i musicisti. Alle trombe Raffaele Alfano, Francesco Capocotta, Giulia Autuori, ai tromboni Francesco Fierro e Antonio Foglia, ai corni Cristian Di Crescenzo e Riziero Basile, al basso tuba Luigi Izzo. Ispettore d’orchestra Vincenzo Di Somma. Un riconoscimento di prestigio per l’associazione, presieduta da Modestino De Chiara. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione “Irpini della capitale” Vincenzo Castaldo che ha ribadito la “necessità di essere uniti su Roma per essere ambasciatori del nostro territorio”. Presente anche il sindaco Vittorio D’Alessio. Ad impreziosire il concerto la degustazione di tipicità irpine.

L’associazione Mir nasce nel 2013 dall’incontro di un gruppo di musicisti irpini, prende così forma una formazione da camera di strumenti ad arco, un gruppo di ottoni, una orchestra di fiati, una orchestra sinfonica. Il presidente è il Maestro Modestino De Chiara, decano dei docenti prima presso il Conservatorio Cimarosa e poi al Conservatorio di Napoli. A curare la direzione artistica il Maestro Claudio Ciampa. Costante la collaborazione dell’Orchestra Mir con il Conservatorio Cimarosa, attraverso la valorizzazione degli allievi più promettenti.