Maltempo, le operazioni dei vigili del fuoco nelle ultime 48 ore

0
741

Dalla tarda serata di ieri 2 dicembre Avellino e l’intera provincia sono state interessate da forte maltempo, con precipitazioni a carattere temporalesco che in alcune circostanze hanno creato non pochi disagi. I Vigili del Fuoco di Avellino fino a questo momento  hanno effettuato più di venti interventi di soccorso, in particolar modo nella serata di ieri in città a  Rampa San Modestino per il recupero di autovetture rimaste impantanate; stesso intervento anche a contrada Scrofeta e via Zigarelli,  dove delle autovetture erano rimaste bloccate per la forte pioggia. A via Madonna della Saletta una donna è stata soccorsa perché sempre bloccata in una grossa pozzanghera d’acqua, ed è stata portata in luogo sicuro e tranquillizzata.  A via Luigi Imbimbo si è intervenuti  per un soccorso ad un automobilista rimasto bloccato in auto a causa della forte pioggia; in via Bisceglie a Contrada è stato effettuato un intervento per  allagamento, come pure in via Campane ad Avellino. In mattinata in via Cupa Macchia, sempre ad Avellino si è verificato il crollo di una parte di muratura ed una piccola slavina dovuta sempre alle forti piogge del momento, che hanno provocato la chiusura del tratto di strada interessato. Sempre stamattina si sono effettuati altri interventi presso i prefabbricati pesanti di via Luigi Imbimbo per danni d’acqua in genere, come anche in via Michelangelo Cianciulli. Interventi anche per la rimozione di parti pericolanti da facciate di fabbricati sono stati effettuati in contrada Chiusa Di Sopra ad Ospedaletto D’Alpinolo, ed in via San Francesco Saverio ad Avellino. A causa del forte vento sono caduti diversi rami ed alberi sulla sede stradale, come nel caso di Lacedonia in contrada Calaggio a Pietradefusi alla frazione Sant’Angelo A Cancello, mentre nella serata odierna un albero si è abbattuto su due autovetture in sosta in via Gianbattista Basile nel quartiere di rione Mazzini, fortunatamente senza coinvolgere persone. In serata la situazione è andata lentamente migliorando, ma la sala operativa del Comando di via Zigarelli lavora ancora per far fronte a tutte le richieste che ancora arrivano.“