Plastica, Maraia (M5S): «Bando monouso passo importante. ora accelerare su deposito cauzionale»

0
1393

Il recepimento della direttiva Sup, con il conseguente divieto di immissione sul mercato di diversi oggetti in plastica monouso, rappresenta un primo importante risultato delle politiche di prevenzione della produzione di rifiuti necessarie ad affrontare la sfida della transizione ecologica e a proteggere ecosistemi e salute umana”. Così ìl deputati del Movimento 5 Stelle Generoso Maraia, capogruppo in commissione Ambiente Camera .

“Il decreto legislativo che attua la direttiva – riprende Maraia – contiene anche altre importanti prescrizioni, come la necessità di ridurre il ricorso ad alcuni oggetti in plastica diversi da quelli banditi, nonché di incrementare i sistemi di responsabilità estesa del produttore aumentando di conseguenza le percentuali di rifiuti riciclati. La fase attuativa ci dirà poi se sarà necessario migliorare alcuni aspetti per perseguire questi obiettivi e in particolare quello di ridurre al minimo la pratica dell’usa e getta e la dispersione in natura”.

“In quest’ottica è molto importante anche giungere in tempi brevi all’emanazione del decreto attuativo del cosiddetto decreto Semplificazioni, con il quale abbiamo previsto – grazie a un emendamento del Movimento 5 Stelle – l’istituzione di sistemi di deposito su cauzione per recuperare e riciclare gli imballaggi per bevande in plastica, alluminio e vetro. Grazie a questa norma, potremo aggiungere ai risultati prodotti dal recepimento della direttiva Sup anche il recupero e riciclo di gran parte degli oltre 7 miliardi di imballaggi dispersi nell’ambiente che secondo alcune stime invadono il nostro Paese” conclude Maraia.