Saviano, Teatrarci rilegge ‘’Filumena Marturano’’ di Eduardo De Filippo

0
625

 

Nell’ambito della rassegna teatrale che si rinnova ogni anno dedicata al ricordo dell’onorevole Carmine Mensorio, inserita appunto nel: ‘Carmine Mensorio Premio Città di Saviano’, domenica 20 marzo è andata in scena ‘’Filumena Marturano’’ di Eduardo De Filippo. Il teatro Auditorium di Saviano che da sempre è gestito ed organizzato dal signore Giovanni Palladoro, quest’anno ha come direttore artistico Nunzio Della Marca che è stato lieto di presentare la commedia resa famosa in tutto il mondo grazie anche alla conversione in film che hanno segnato la strada grandiosa della cinematografia italiana. ‘’Filumena Marturano’’ è una commedia teatrale in tre atti scritta nel 1946 da Eduardo De Filippo e inserita dall’autore nella raccolta Cantata dei giorni dispari. È uno dei lavori di Eduardo più conosciuti e apprezzati dal pubblico e dalla critica internazionale. A volersi cimentare con questi grandi personaggi che imbattiamo nel corso di questa possente ed intensa commedia teatrale è stato il regista Felice Falco da sempre soprannominato O’ Mericano, per il suo spirito altamente creativo, innovativo, brioso, e sempre sulla breccia delle mode.La ‘’Filumena Marturano’’ di Felice Falco è stata senza dubbio una rappresentazione di livello elevato, al di fuori di tutto ciò che è ordinario, per il regista è di assoluta importanza voler riportare questa commedia teatrale il più vicino possibile all’originale di Eduardo De Filippo. A portarlo in scena è stato un cast d’eccezione, attori già noti al pubblico savinese tra cui: Peppe Tufano in Domenico Soriano, Antonio Giugliano in Alfredo Amoroso, Maria Sangiovanni in Rosalia, Rosa Allocca in Filomena Maturano, Valeria Giuliano nel ruolo della Cuoca, Noemi Giugliano nelle vesti di Diana, Diamante Montagna in Lucia, Michele Perretta in Umberto, Angelo Riccardo in Michele, Giovanni Falco nel ruolo dell’avvocato Nocella e Martina D’Ascoli in Teresina. Domenica 20 marzo presso il Teatro Auditorium di Saviano, la commedia è stata rappresentata nel segno della pace, per tutti i martiri di questa guerra assurda e per tutta la popolazione dell’Ucraina che ha bisogno del nostro sostegno e della nostra forza. La regia di Felice Falco,ha preferito i personaggi distanziati tra di loro sul palco, quasi in penombra, scelta che ha aumentato l’intensità della rappresentazione. Il duo Rosa Allocca e PeppeTufano, attori di grande qualità e profondi conoscitori del mondo eduardiano hanno riportato a così elevato livello, genuino e fedele all’originale, questo testo di impegno civile e di lotta per i diritti (“’E figlie so’ ffiglie! Hann’ ‘a essere eguale tutt’ ‘e tre!”).
In particolare Allocca e Tufano hanno sfoderato un carattere di ferro, una gestualità perfetta e una sicurezza che hanno reso unica l’interpretazione. Ben definito, per regia e interpretazione, il botta e risposta tra Rosalia e Alfredo, capace di far mantenere ai “secondi”, in maniera comica e strappando sonore risate al pubblico, l’antitesi drammatica delle posizioni. Il risultato è stato un grande successo non solo di pubblico ma grande e calorosa partecipazione anche tra tutta la compagnia teatrale. Erano presenti tra il pubblico il sindaco di Saviano Vincenzo Simonelli, il senatore Francesco Urraro, il vice sindaco Giuseppe Allocca, la moglie del ex sindaco di Saviano Carmine Sommese, la dottoressa Marina Gambardella, accompagnata dalla figlia futuro medico Maria, la campionessa europea di arti marziali Cecilia Di Laora, l’imprenditrice di moda Anna Ambrosino, lo psicologo Salvatore Allocca, la neo dottoressa Titti Nappi e tanti tanti amici. Una platea ricca di emozioni e grande teatralità nel nome della pace.