Solofra, a “Lustriteatro” omaggio a Leo De Berardinis

0
419

 

Un omaggio a Leo de Berardinis, a metà tra la ricostruzione storica e l’analisi critica, arricchito da intermezzi di letture a cura di Enzo Marangelo e, a seguire, proiezione di “Atto senza parole”: sarà questo l’appuntamento di venerdì 1 aprile, della sezione Cinema, curata da Alfonso Amendola, di L U S T R ITEATRO, un anno di eventi culturali a Solofra, a cura di Hypokritès Teatro Studio.

Un racconto per ritrovare Leo de Berardinis nella sua dimensione di totale innovatore, di straordinario attore-regista-drammaturgo e inarrivabile magister in grado di miscelare tensioni sperimentali e forme della tradizione. Durante l’incontro saranno ricostruiti i momenti salienti del suo lavoro artistico, dall’esordio nelle cantine romane al sodalizio con Perla Peragallo, dai rapporti con Carmelo Bene al lavoro nel teatro estremo di Marigliano, dal teatro a Bologna alla direzione del Festival di Santarcangelo. Il seminario rifletterà, anche, su tutte le sue ricerche sperimentali: il cinema, il jazz, Totò, Eduardo De Filippo, Shakespeare, la commedia dell’arte, la musica, la cultura popolare… Un’occasione per “ritrovare” un maestro nella sua grandezza e in tutta la sua “amara bellezza” (come recita la principale monografia dedicata a lui, scritta da Gianni Manzella). Ingresso libero

Alfonso Amendola, studioso di culture d’avanguardia e consumi di massa, è professore di Sociologia degli audiovisivi sperimentali presso l’Università degli Studi di Salerno. Su Leo de Berardinis ha pubblicato La poetica del molteplice. Dialogo con LDB (Edizioni Plectica, 2007); “Uno sguardo audiovisivo. Leo tra cinema e teatro” nel volume La terza vita di Leo a cura di Claudio Meldolesi (Edizioni Titiviullus, 2010), nel 2014 ha proposto un paper su “Eduardo e Leo” nell’ambito del convegno di studi internazionale “I giorni e le notti”. L’Arte di Eduardo”, nel 2016 uscirà un ampio saggio analitico firmato con Vincenzo Del Gaudio dedicato al concetto di comunità in LdB.

Sabato 2 aprile, alle 21, all’Auditorium Centro ASI, sempre a Solofra, per la sezione TEATRO, a cura di Enzo Marangelo, ARTEDANZA in “ESASPER-AZIONI”(biglietto unico € 15.00) da un’idea di Tiziana Petrone.

Interpreti: Tiziana Petrone, Vincenzo Capasso, Felicia Luciano, Eleonora Santoro, Luisana Vinci, Michela Chirico, Carmen Albanese, Sara Vllahu, Assunta Gaeta, Ilaria Parrella.

L U S T R I TEATRO si avvale del patrocinio morale di: Università degli Studi di Salerno, UnisArt, Unis@und, Università di Napoli “Federico II” e Società Filosofica Italiana sezione napoletana “G. Vico”
Solofra, posta in una conca dei monti Picentini, abitata fin dall’età del Bronzo, e che ha ospitato alcuni dei grandi popoli che si sono susseguiti nella storia, dai sanniti ai romani, ai longobardi, ai normanni, offre una doppia location per gli eventi: il complesso monumentale di Santa Chiara per le sezioni Cinema (Sala Conferenze), Letteratura (Sala Archi), Filosofia (Sala Archi) e Mostre (piano superiore) e l’auditorium centro Asi, in cui si svolge la Stagione Teatrale.