Un aperilibro in Basilica, voci di donne

0
721

Un aperilibro in Basilica. E’ l’appuntamento tutto al femminile, in programma giovedì 1 luglio, alle 19.30, alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile. A confrontarsi Filomena Carrella, scrittrice, docente di musica e giornalista, Carla Napolitano, scrittrice e Donatella Provvisiero, presidente Cif Cimitile.  Tre sguardi sulla letteratura e sul mondo della cultura che cerca di ripartire. Filomena Carrella ha vinto nel 1997 il Premio Internazionale di Poesia e Letteratura “Nuove lettere” con il romanzo “il deserto vivibile” (Istituto Italiano di Cultura). Nel 2010 viene premiata come migliore scrittrice ironica nell’ambito del concorso letterario “Anibelle e la composizione delle nuvole” indetto da Evaluna (Associazione Culturale). Nel 2005 pubblica per Albatros Edizioni, il libro “Louis Armstrong: la musica oltre il razzismo”, che nel 2007 viene tradotto in inglese da Yosefa Milano (Headmaster of “Burgos” Escuela de idiomas). Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: “I racconti di Filò” (Loffredo editore). “Quando la vità è una favola” (Loffredo editore). Così è! Così e…” (Psico dramma in tre atti) “L’arte del sentire” (Commedia in due atti). Il suo ultimo libro è “People”. Ha partecipato all’antologia sulla violenza di genere  “Rosso Vdg-0″, curata da Emanuela Sica. Carla Napolitano porta avanti da tempo la passione per la scrittura e quella per i social, la comunicazione e al mondo digitale. Il suo primo romanzo si intitola “Tutto sotto controllo…o quasi”. Protagonista è Azzurra, che conduce una vita perfetta, ha il lavoro da sempre sognato, ha accanto un uomo che la ama e i suoi amici Matteo ed Ines. Tra segreti, bugie e amori dovranno fare chiarezza nelle loro vite…Donatella Provvisiero racconterà l’esperienza di  presidente del Cif di Cimitile, in prima linea nella promozione di iniziative culturali e di spazi di condivisione. Un momento musicale sarà curato dal maestro Donato Meo. Un incontro in presenza che vuole essere un primo passo in direzione della rinascita, partendo dalla bellezza di un luogo di forte suggestione come la basilica di Cimitile.