Asl, Ferrante: “Il Frangipane è un ospedale di primo livello, puntiamo a renderlo un primo livello avanzato”

Nella giornata di oggi, presso l’Hotel de la Ville di Avellino, si svolgono le Giornate Epatologiche Irpine, promosse dall’Unità di Medicina Interna del P.O. “Frangipane” di Ariano Irpino,

0
169

Le ultime novità in termini di valutazione e gestione del paziente epatopatico con tutte le sue complicanze al centro delle Giornate Epatologiche Irpine,  in svolgimento da stamattina,presso l’hotel de La ville, promosse dall’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna del P.O. “Frangipane” di Ariano Irpino, diretta da Annamaria Bellizzi.

L’Azienda Sanitaria Locale di Avellino, ha voluto fortemente il corso di formazione con specialisti della materia al fine di offrire una panoramica sugli approcci specialistici e ultraspecialistici presenti sul territorio provinciale con opportunità di collegamento a Centri di Epatologia avanzata sul territorio nazionale e internazionale.

“Oggi ci troviamo a un convegno veramente importante, i cui interessi vanno ben oltre la provincia di Avellino”, afferma il direttore generale dell’Asl di Avellino, Dott. Mario Nicola Vittorio Ferrante. “Noi, come Asl, stiamo programmando una serie di incontri. Dobbiamo fare una messa appunto sulle migliori pratiche del momento. Devo dire, con soddisfazione, che c’è una grossa sensibilità da parte anche dei medici. Il Frangipane è un ospedale di primo livello, il nostro obiettivo è renderlo un ospedale di primo livello avanzato. Stiamo lavorando sulle specialità esistenti, cercando anche di migliorarle. Vogliamo dare un’offerta a 360 gradi sulla medicina interna. Penso che per fine anno, ottobre, novembre avremo la cardiologia interventistica funzionante e, questo, significa un passo avanti ulteriore sia per i pazienti, sia per la diagnosi, sia per la prognosi malattia cardiaca. Ancora, stiamo spingendo molto per la gastroenterologia, che già è una struttura complessa e, contestualmente, stiamo lavorando per la medicina d’urgenza, perché – entro fine anno – sarà lì che apriremo il reparto di medicina d’urgenza e di supporto al pronto soccorso. \
Noi vogliamo mettere elementi importanti. Ultimamente, c’è stata anche la nomina del direttore di struttura complessa di radiologia, dottoressa Volpe, che – proprio in questo – si rivelerà una risorsa importante”, conclude