Calcio, cliniche private ed evasione fiscale. Nei guai otto persone

0
1112

Stamani, all’esito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Avellino, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha eseguito un provvedimento di perquisizione e sequestro – disposto dal Gip del Tribunale di Avellino – nei confronti di 8 persone indagate per omesso versamento di imposte, utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti e false comunicazioni sociali.

Il procedimento penale trae origine da una complessa attività investigativa che ha preso avvio a seguito dell’esecuzione di verifiche fiscali nei confronti della squadra di calcio della città e di una delle più importanti cliniche private della provincia.

Le complesse attività investigative, svolte dal febbraio 2017, hanno consentito di documentare come gli indagati, a vario titolo, abbiano posto in essere un articolato sistema finalizzato soprattutto all’evasione delle imposte, ma che contemplava anche l’omesso versamento di Iva per quasi un milione di euro nonché di ritenute per oltre un milione. 417mila euro invece l’ammontare rilevato per l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Quasi 2 milioni di evasione accertati per l’omesso versamento di somme dovute mediante utilizzo a compensazione di crediti inesistenti. Infine 362mila euro la cifra evasa con emissione di fatture inesistenti.

Nei confronti delle persone fisiche e giuridiche coinvolte nell’indagine è stato eseguito il decreto di sequestro preventivo finalizzato al sequestro della somma equivalente, sia attingendo da conti correnti, sia attingendo da vincoli reali su beni immobili e mobili registrati intestati o nella loro disponibilità fino alla concorrenza dell’importo di 4.709.042,23 euro.