Cerimonia all’Imbriani per il conferimento dei diplomi. Sono ben 43 i 100

0
709

Una cerimonia per suggellare il raggiungimento del primo prezioso traguardo della propria vita da studenti. E’ quella che ha voluto organizzare il liceo Imbriani di Avellino, guidato dal dirigente Sergio Siciliano, con una festa dedicata ai diplomati del 2019, che vuole essere anche un momento per riflettere su passato e futuro, in programma il 13 luglio, alle 19, nell’auditorium dell’istituto. Ad alternarsi nel corso della cerimonia saranno letture di brani dedicati alla scuola, dal Diario di Pennac alla scena del Carpe diem dell’Attimo fuggente. Passi per ribadire il valore dello studio nella società di oggi e insieme l’invito ai giovani ad essere artefici del proprio destino, a coltivare sempre la speranza nel futuro. Su un aquilone voleranno, invece, i sogni scritti dagli allievi, quello che vuole essere un auspicio per il loro futuro. Alla consegna delle pergamene, a sancire in maniera simbolica la conquista ottenuto con fatica e determinazione, si affiancheranno un rinfresco e il messaggio ai giovani del docente Antonio Fucci. A curare la lettura dei brani la professoressa Santa Capriolo. E’ il dirigente Siciliano a spiegare come “La cerimonia si carichi di un forte valore simbolico. Volevamo che i nostri diplomati toccassero con mano l’importanza di un momento come quello della maturità attraverso una cerimonia che vuole essere insieme festosa e solenne. I risultati ottenuti dai nostri studenti sono più che positivi. Su 330 studenti 43 hanno ottenuto cento, di cui 7 con lode. È il segno della validità della nostra offerta formativa e insieme del livello sempre più elevato dei nostri allievi. Vogliamo affidare loro il nostro augurio per il futuro, perché credano nella possibilità di realizzare i propri sogni”.