Conservatorio Cimarosa, sabato il concerto per la Pace

0
307

Successo di critica e di pubblico per la tre giorni di studi internazionali dedicata al compositore europeo di origini irpine, Crescenzo Buongiorno. Sabato la chiusura a Bonito, con un concerto e l’inaugurazione della mostra bibliografico-documentaria “Manoscritti, lettere, documenti”, a cura di Gaetano Di Vito e Valerio Massimo Miletti.

E sempre sabato si è chiusa la seconda edizione del Premio Cimarosa, coordinata dal M° Massimo Severino, che ha visto la partecipazione di 50 i concorrenti, distribuiti in 18 ensemble, di cui 2 del dipartimento jazz. La giuria presieduta dal M° Bruno Canino ha assegnato il primo premio al duo composto da Manuel Molinario (oboe) e Miki Lubrano Lavadera (pianoforte), allievi della classe del M° Massimo Testa. Secondo premio al Fanny Quartet, terzo al Fairy Guitar Quartet.

Da domani riprendono gli appuntamenti del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Achille Mottola e diretto da Maria Gabriella Della Sala.

Con un omaggio al compositore Azio Corghi, dopo la pausa estiva, torna la rassegna “Le Scritture”. Martedì 20 settembre, il seminario ore 10.30 Aula Magna “Mario Cesa” a cura del M° Alessandra Bellino: un focus sul teatro musicale d’opera del compositore, musicologo e docente, moderato dal M° Vincenzo Gualtieri.

E sempre per “Le Scritture”, mercoledì 21 settembre, spazio a “Musica e Cinema”, visione e analisi delle musiche del film “Tre colori – film blu” di Krzysztof Kieslowski a cura del M° Antonio Fresa.

Sabato 24 settembre nell’ambito di “Riscopriamo Avellino”, le visite guidate organizzate dall’Amministrazione Comunale, concerto del quartetto di fiati composto da Giosuè Castaldo (sax soprano), Luciano Rella (sax contralto), Antonio Santillo (sax tenore) e Adele Saulino (sax baritono), suoneranno: Il postino, Moon river, The entertainer, The pink panther, Nuovo cinema paradiso, La vita è bella.

Sabato 24 settembre “Concerto per la Pace” alle ore 19.00 nell’Auditorium “Vincenzo Vitale”. L’Orchestra Ritmico Sinfonica e il Coro Polifonico, diretti dal M° Alessandro Crosta, eseguiranno musiche del compositore gallese Karl Jenkins. Gli allievi suoneranno e canteranno per affermare la pace. L’evento segna la fine del percorso didattico del Laboratorio Sperimentale di Musica Attuale curato e ideato dallo stesso M° Crosta. In occasione della serata sarà lanciato l’hashtag #peacekeepingthroughmusic, ovvero mantenimento, preservazione, difesa della Pace attraverso la musica. Anche il pubblico potrà affermare la pace indossando un indumento di colore bianco.