Controlli sul territorio, un uomo si finge il fratello gemello

0
634

Prosegue l’azione dei Carabinieri della Compagnia di Baiano, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Avellino, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Con perquisizioni, posti di blocco e una massiccia presenza nelle strade, i Carabinieri stanno eseguendo quotidiani e mirati controlli che in questi ultimi giorni hanno portato al deferimento di 5 persone in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, all’allontanamento di due pregiudicati ed alla segnalazione ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309/90 di 13 persone.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Lauro hanno denunciato un 50enne del luogo ritenuto responsabile di Violazione colposa dei doveri inerenti la custodia: all’esito delle verifiche i militari hanno accertato che il predetto, in qualità di custode di un veicolo sottoposto a decreto di confisca emesso dalla Prefettura di Avellino, arbitrariamente se ne era disfatto.

Per analogo reato di cui all’articolo 334 del Codice Penale è stato denunciato dai Carabinieri di Monteforte Irpino anche un 70enne del posto.

Un uomo del Vallo di Lauro è stato invece denunciato perché ritenuto responsabile di “Falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altrui”: lo stesso, già noto alle Forze dell’Ordine, fermato da una pattuglia della Stazione di Lauro dichiarava agli operanti di aver dimenticato la patente e nel contempo forniva le generalità del fratello gemello. Ma, all’esito degli accertamenti, è emersa la verità: la patente gli era stata ritirata dai Carabinieri di Torre Annunziata alcuni anni prima.

Un 60enne di Roccarainola (anche lui già noto alle Forze dell’Ordine), fermato a Sirignano dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, all’esito di perquisizione è stato sorpreso in possesso di una fionda in ferro: opportunamente interpellato l’automobilista non ha fornito un valido motivo che ne giustificasse il porto. Oltre alla denuncia per il reato di “Porto di armi od oggetti atti ad offendere”, è scattato il sequestro della fionda.

Dovrà invece rispondere del reato di Furto aggravato un 35enne di origini romene, denunciato dai Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino: lo straniero, dopo aver effettuato gli acquisti, si era allontanato dal supermercato con il carrello della spesa.

I Carabinieri della Stazione di Lauro hanno inoltre avanzato proposta per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio per un 50enne di Casalnuovo di Napoli e di un 30enne di Acerra, sorpresi in atteggiamento sospetto e senza un giustificato motivo nel centro abitato di Lauro: per i due pregiudicati è scattata anche la sanzione amministrativa per aver violato le prescrizioni di carattere sanitario relative all’emergenza pandemica in atto.

E non è certamente venuta meno l’attenzione al contrasto ai reati in materia di stupefacenti che ha permesso di segnalare alla Prefettura di Avellino 13 giovani trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti per uso personale.

Sottoposti a sequestro circa 10 grammi di hashish, 6 di marijuana ed una dose di crack.