Dieci anni di Emozioni, le suggestioni del calendario di InfoIrpinia

0
511

Taglia il traguardo dei dieci anni il calendario “Emozioni d’Irpinia 2023″, presentato sabato scorso al Carcere Borbonico. Un appuntamento ormai consolidato dall’associazione turistico-culturale Info Irpinia, finalizzata alla promozione del territorio della provincia di Avellino. La cerimonia è stata l’occasione per premiare i fotografi vincitori del concorso fotografico: i dodici scatti più votati del contest, infatti, caratterizzano le pagine del nuovo calendario dell’associazione, disponibile, a partire da quest’anno, anche nella versione da tavolo, oltre che da parete. I vincitori di quest’anno, premiati con , sono stati: Alberico Venezia, Alessandra Della Vecchia, Francesco Rinaldi, Gianvito Tozzi, Pasquale Battaglia, Pellegrino D’Argenio, Pietro Mero, Pietro Pio Ciampa, Salvatore Diana, Terenzio Di Troia. E’ stata, poi, la coordinatrice , ad annunciare i premi speciali per le 3 foto con votazione tecnico emozionale più alta, come spiegato anche da Foto Diego, nella persona di Stefano Iannaccone: terzo posto per (foto di Campo Maggiore), secondo posto per (foto del Ponte Principe di Lapio) e primo posto per (foto del monaco al Santuario di Montevergine). Premiati anche la foto con il maggior numero di like di (foto del Lago di Conza dal treno storico) e la foto della tradizione dedicata all’arte della pasta fatta a mano di .  A consegnare una lettura emozionale delle foto Michela Mancusi dello Zia Lidia. A coordinare il confronto il giornalista Gianluca Amatucci. E’ Francesco Celli, presidente di Infoirpinia, a sottolineare come “Emozioni d’Irpinia’ non si è mai fermato, nemmeno durante gli anni più difficili. Vogliamo lanciare un messaggio di speranza a chi ama questo territorio. Mi piace sottolineare come questo progetto è stato ripreso dalla Camera di Commercio Irpinia Sannio per promuovere la nostra terra alla Fiera dell’Artigianato a Milano e da Terebinto Edizioni per promuovere la poesia attraverso le immagini della provincia irpina”.