“E ricomincia il canto”: 100 anni dopo! Omaggio al grande tenore Caruso dal Museo Correale e dalla Filitalia International (Chapter Napoli)

0
532

Sorrento. Alla vigilia della riapertura del Museo Correale, Venerdì 30 Luglio alle ore 20:00 si terrà il concerto lirico “E ricomincia il canto”. L’evento avrà luogo in una cornice incantevole, la Terrazza Belvedere del Museo Correale, situata geograficamente proprio dinanzi al “Golfo di Sorrrento”. Un luogo che si stringeva nel cuore del tenore Enrico Caruso, di cui quest’anno ricorre il centenario della morte e che con gioia tutta la cittadina sorrentina si appresta a festeggiare, nel pieno rispetto delle norme anticovid. Ad accogliere tutti gli ospiti ci sarà il presidente del museo Correale, Gaetano Mauro che ci ha tenuto a precisare, tra l’emozione e la gioia per un evento simile : «Il Belvedere del Museo Correale costituisce la location ideale per omaggiare degnamente la figura di Enrico Caruso che con Sorrento aveva un legame speciale». Non poteva sottrarsi a questa festa e quindi a questa felice ricorrenza il direttore del Museo Correale e non solo anche del Museo Filangieri e del Tesoro di San Gennaro, Paolo Jorio, che illuminandosi nell’anima ribadisce : «Si ricomincia con la musica. Un inizio che non vale solo per il nostro museo: le note dei capolavori che Caruso ha portato nel mondo costituiscono il miglior auspicio per una ripartenza del turismo all’insegna della cultura, dell’arte e della bellezza». Anche il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola è in fibrillazione per questa ricorrenza, sottolineando: «Proprio da Sorrento è partito nei giorni scorsi il ciclo di omaggi a Caruso, voluto da Regione Campania e Scabec. Con questa iniziativa del Museo Correale, la nostra città prosegue nel tributo ad un grandissimo artista, ambasciatore nel mondo della nostra terra». Il repertorio della serata è ricco dei capolavori musicali che ci ha lasciato il nostro amato tenore, dalle famosissime arie d’opera come “Pagliacci” di Ruggero Leoncavalli, il primo disco ad aver superato il milione di copie vendute, ai brani famosi tratti dal “Rigoletto” di Giuseppe Verdi, alla storica romanza “Mattinata” scritta da Ruggero leoncavallo ed eseguita dallo stesso compositore al pianoforte mentre Caruso la cantava l’8 aprile del 1904, alle amatissime e celebri e storiche melodie napoletane come “Tu can un chiagne” e “Core ‘ngrato” che fu composta proprio a New York per Caruso da Riccardo Cordiferro, direttore del giornale “La Follia” di New York. Un viaggio musicale vista mare, orchestrato dalla compagnia “Opera e Lirica” guidata da Giuseppina Cuccaro ed eseguito dall’Ensemble musicale composto dai tenori Marco Ferrante e Achille Del Giudice e dai musicisti Ivan Antonio, Norma Cirevo e Andrea Montella. Il concerto sulla terrazza Belvedere del Museo Correale è ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria al sito www.museocorreale.it. In occasione dell’evento sarà anche presentata la statua di Cera, il cui restauro è stato finanziato dal Grand Hotel Ambasciatori. Tutta la serata sarà trasmessa in diretta con l’America grazie alla volontà dell’associazione Filitalia International con la guida e l’attenzione della presidente della Filitalia di Napoli, Michela Montella che commenta così la ricorrenza: ‘Caruso è tra i pochi italiani ad avere una stella nella Hollywood Walk of Fame per onorarlo per il suo talento e la passione con cui si è dedicato alla musica. E’ giusto festeggiare oggi il suo centenario della morte unite America ed Italia, le sue due patrie che lo hanno amato e venerato’. Hanno contribuito alla realizzazione dell’evento tutto lo staff di Filitalia International:la curatrice Giovanna Accardo, il vicepresidente Saverio Ernesto Fiore, il segretario Carmine Pirozzi,le consigliere Antonietta Sorrentino e Maria Sorbo, la tesoriera Giusy Romano,il Museo Caruso di New York e il direttore del museo della storia dell’immigrazione a Philadelphia. La favola del grande tenore rivive 100 anni dopo !