Estorsione aggravata con il metodo mafioso, tradotto in carcere un uomo

0
463

I Carabinieri della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo hanno tratto in arresto un trentenne di Napoli, in esecuzione di un provvedimento emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli per Estorsione in concorso aggravata da metodo mafioso, disponendo la pena di 5 anni e 8 mesi di reclusione.

Dopo le formalità di rito l’arrestato, già detenuto ai domiciliari per il medesimo reato, è stato associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.

Tale risultato è strettamente collegato alla capillare attività di controllo del territorio quotidianamente svolta, tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità.