I Si dad domani in piazza ad Avellino: rischioso tornare in presenza

0
550

Didattica a distanza fino a che non si arriverà a contagi zero o almeno la possibilità di poter
scegliere tra scuola in presenza e scuola a distanza. Sono le richieste dei genitori Sì Dad che, dopo aver manifestato davanti alla sede della Regione Campania, si ritroveranno il 6 aprile in piazza Libertà.  Un’iniziativa fortemente voluta dal gruppo Tuteliamo i nostri figli, alla vigilia del ritorno in presenza, sulla base delle nuove misure del Governo Draghi, secondo cui anche nelle zone rosse  le lezioni torneranno in presenza dalla scuola dall’infanzia fino alla prima media senza che i presidenti di Regione possano emettere provvedimenti più restrittivi. E pertanto anche in Campania dal 7 aprile si tornerà in classe. I genitori sottolineano che «soprattutto in Campania le scuole non sono in sicurezza».  I Sì Dad puntano il dito contro lo Stato che – affermano – «in questi mesi non ha provveduto a installare impianti di ventilazione nelle classi come invece è stato fatto in Germania né è intervenuto per eliminare il problema delle classi pollaio». Da qui la convinzione che «l’unico mezzo che abbiamo per tutelare i nostri figli e garantire loro il diritto all’istruzione e il diritto alla salute è la dad». E a chi fa notare che non tutte le famiglie possono permettersi le tecnologie per farè la didattica a distanza i Sì Dad replicano che «lo Stato ha fornito tablet e finanziamenti per allacciare le reti internet». «Sappiamo che la didattica in presenza è un’altra cosa – concludono – ma in questo momento di pandemia la didattica a distanza è l’unico rimedio all’inerzia
dello Stato»