Il punto di Promozione

0
559

Ora facciamo il punto anche nel girone C di Promozione dopo le gare giocate nello scorso fine settimana. Benissimo il Baiano che ora è terzo in classifica insieme alla Forza e Coraggio. Il Baiano del neo mister Caruso batte nella ripresa (3-0) la Bisaccese di nuovo al “Bellofatto” (ma a porte chiuse). La sblocca Monda, raddoppia il sempre più capocannoniere Staffelli mentre la terza ed ultima rete è ad opera di Viola. Grandissima prova della Savignanese di Fabio Della Marra che al “Durante” fa secco il San Vitaliano con un bel tre a zero ed entra, aspettando i posticipi odierni, in zona playoff al quarto posto con 20 punti all’attivo. I savignanesi (senza C. Grasso e Marino) iniziano a spron battuto passano in vantaggio dopo 8’ con Bongo di testa su corner battuto da Martino. Il San Vitaliano prova a riorganizzarsi, ma la Savignanese si difende ordinatamente e mette al sicuro il risultato raddoppiando al 23’ con Macchione (di testa all’angolino su bel cross di De Maio). Nella ripresa poi il terzo ed ultimo gol di giornata con Bono, di testa su cross teso del neo entrato Cavallone. Bellizzi ko a Montesarchio. Apre Cillo al 25’, la chiude al 30’ della ripresa Fruggiero su rigore. Sfortunati sotto porta gli avellinesi. Pari importante e prestigioso (1-1) quello ottenuto sabato scorso dal Gesualdo di mister Napolitano sul campo della Forza e Coraggio. Un punto fondamentale in chiave salvezza. Sul finale di primo tempo la Forza e Coraggio la sblocca col gol di Tanchyn. Il Gesualdo, però, ha il merito di crederci sempre ed a un quarto d’ora dalla conclusione perviene al definitivo pari con la rete del solito bomber ex Grotta Antonio Volzone. Lo scontro diretto di bassa classifica se lo aggiudica il Città di Avellino. Parte bene l’Abellinum, che al riposo è in vantaggio per effetto del gol di testa di Ciaramella su respinta del portiere. Ma nella ripresa arriva la reazione del Città di Avellino, che al 26’ pareggia con D’Argenio su rigore e poi la vince grazie alla doppietta (30’ e 47’) di Tito Aiuba, che va in rete prima in mischia e poi da due passi dopo uscita del portiere Dose.