La Poesia e la parità di genere, la lezione di Monia Gaita agli studenti della Dante

0
862

La Poesia e la parità di genere. Questo il tema della lezione tenuta dalla poetessa, giornalista e critica letteraria Monia Gaita ai ragazzi della 1F e 1G della Dante Alighieri di Avellino.

La poesia è una forma di democrazia. Nella democrazia come sistema di governo, il potere viene esercitato dal popolo; nella poesia il potere viene esercitato dalle parole e non sono ammesse dittature o repressioni. È indispensabile la concordia tra le parole. Ed è indispensabile la giustizia tra le parole. Le parole devono obbedire al codice di leggi stabilito dal poeta, non devono ledere la sua volontà e le aspettative del lettore. C’è sempre una comunicazione invisibile tra il poeta e il suo destinatario che è il lettore. Se si spezza questo patto, viene meno un presupposto essenziale: l’efficacia del messaggio che il poeta intendeva dare, ma anche la relazione tra il poeta e il mondo. Per tutti questi compiti e per tutte queste virtù, la poesia è una sfida di emancipazione, è un’occasione di felicità che ci rende più consapevoli, più liberi e migliori. Letteralmente rapiti e incantati i giovani uditori, che hanno collaborato con la poetessa, interagendo con lei in maniera viva e propositiva.

Le classi del prof. Ciro Marciano, coadiuvato dall’instancabile lavoro del Ds Attilio Lieto, hanno saputo trarre giovamento dalla testimonianza della poetessa anche in funzione della stesura del giornale di Istituto, che avrà come tema, appunto, la parità di genere.