La presentazione del libro di Virgilio Panarese “E se Zeus fosse nato a Napoli”

0
573

Nella meravigliosa sala dell’Auditorium San Filippo Neri a Lauro (AV) è stato presentato  l’esplosivo libro ‘E se Zeus fosse nato a Napoli’ dell’ingegnere e scrittore Virgilio Panarese. Un evento spumeggiante, ricco ed intenso, organizzato nei dettagli dalla prof.ssa Elvira Miranda. Non si è trattato di una semplice presentazione, ma la prof.ssa Elvira Miranda, coadiuvata da un folto e numeroso gruppo di amiche e dalla preziosa presenza della prof.ssa Consiglia Romano, in compagnia dell’autore e della sua tenerissima mamma, hanno vissuto un lungo pomeriggio culturale, avuto inizio con la visita al Museo Nobile, e alla Villa Pandola Sanfelice di Lauro a ridosso del Castello Lancellotti. Il direttore del Museo Umberto Nobile, il prof. Antonio Ventre è stato felice di incontrare Virgilio Panarese, rivivendo un episodio storico del generale Umberto Nobile, del suo libro autografato che regalò a Virgilo Panarese senior, nonno del giovane autore. La Contessa Anna Sanfelice e il Conte Visconti hanno aperto le porte della loro stupenda dimora storica.Ultimato questo incantevole giro, tutte le persone coinvolte si sono recate nella sala dell’auditorium San Filippo Neri, dove a fare da padrona di casa, li attendeva il giovanissimo maestro Antonio Ferraro, presidente Pro Lauro, sempre attento e partecipe agli eventi culturali della sua città.Grazie alle letture dei giovani universitari Domenico Lauri, Maria Sole Palma, Eliana Fusco e della intensissima interpretazione del testo dell’ingegnere Gino Giordano, sono riusciti a coinvolgere il pubblico, in una sala gremita e ricca di persone. Moltissimi gli amici presenti in sala: Rosa Aschettino presidente Orchestriamo, Enza Siniscalchi assessore alla Cultura del Comune di Lauro, il dirigente scolastico Francesco Sepe, Jussara Alvarez ( socia Fidapa di Ottaviano ), Antonietta Perretta e Teresa Tarantino ( socie Fidapa di Nola) Annarita Capasso che ha collaborato ad allestire la sala e ha curato le relazioni con gli spettatori illustrando il testo, Pina Meglio, Felice Granata e tanti altri cari amici. Lo scrittore Virgilio Panarese ha duellato con toni allegri ed ironici, con la giornalista Filomena Carrella, soffermandosi su alcuni particolari unici e simpatici del testo ed alcuni personaggi napoletani e fortemente allegri.Un libro che scorre attraverso le strade della amata Napoli, con pennellate intense energiche e briose di una scrittura che rileva un carattere esuberante, vulcanico ma attento a tutti i particolari. Uno scenario napoletano che l’autore ci vuole far rivivere, sicuri che una certa ‘napoletaneità’ non scomparirà mai, anche se Zeus fosse nato a Napoli.