Nuovo Clan Partenio, gli arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

0
579
Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere le due persone arrestate venerdì 7 febbraio nell’indagine sul Nuovo Clan Partenio. Il 44enne di Mercogliano e il 37enne di Prata Principalo Ultra. Il 44enne si trova già recluso nel penitenziario di Tolmezzo, in provincia di Udine, dopo gli arresti dello scorso ottobre che hanno decapitato l’associazione a delinquere.
Le misure cautelari rientrano in una indagine costola di quella principale. E contestano l’intestazione fittizia di alcuni beni che avrebbe finito per agevolare il gruppo criminale. I due indagati, poi, erano legati da rapporto lavorativo. Per i carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, guidati dal capitano Quintino Russo, il 44enne era il reale proprietario di una ditta della quale risultava invece assunto. Il 37enne era invece l’amministratore. Il realtà, per l’accusa, si trattava solo di un prestanome. Il geometra di Prato Principato Ultrà a ottobre era stato indagato a piede libero. Gli elementi, raccolti successivamente, hanno permesso di chiedere con successo la misura cautelare.
Domani dovrebbero essere discussi sei ricorsi in Cassazione per altrettante persone arrestate nel corso dell’indagine.